Liguria: il 15% dei giovani liguri è in sovrappeso

sovrappeso

Genova. Le abitudini della maggior parte degli adolescenti liguri sono scorrette. Ne ha parlato la dottoressa Federica Pascali, responsabile per l’Alimentazione dell’Asl 3, sulla base di uno studio condotto a livello nazionale, intervenuta a un convegno sulla salute nutrizionale dei giovani al salone nazionale dell’Istruzione Abcd-OrientaMenti. Il 15% dei giovani liguri tra gli 11 ed in 15 anni è sovrappeso, ben un ragazzo su 5 non fa mai la prima colazione, in diminuzione il consumo quotidiano di frutta (-23%) e verdura (-12%), in aumento il consumo di dolci (26%) e bevande zuccherate (15%) tutti i giorni.

Da “grandi consumatori” di frutta e ortaggi negli anni ’70 i giovani liguri degli anni 2000 sono diventati solo ”buoni consumatori”. E’ in diminuzione il consumo di frutta con l’aumentare dell’età. In forte aumento i consumi di merendine, bevande zuccherate o energetiche. Crescendo un giovane ligure ogni 5 sceglie di non fare colazione, solo 6 scuole liguri ogni 100 garantiscono uno spuntino di metà mattinata con frutta fresca, yogurt naturale o latte fresco, solo 3 distributori su 10 delle scuole liguri erogano yogurt, solo 2 su 10 distribuiscono frutta fresca. L’alimentazione peggiora e si velocizza, sempre più allontanandosi dalla dieta Mediterranea. Aumenta inoltre l’insicurezza psicologica: sebbene l’85% dei giovani liguri tra 11 e 15 anni sia normopeso, ben una ragazza su tre a 15 anni si sente grassa, un ragazzo su cinque riferisce di fare una dieta.