Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Golfo Paradiso: no alla chiusura dell’ospedale Sant’Antonio di Recco

Recco. Dopo che nel 2004 sono stati spesi milioni per rimodernare l’ospedale Sant’Antonio di Recco, i sindaci del comprensorio non vogliono sentir parlare di chiusura. “Sembra non esserci alcuno spiraglio per evitare il disastro sanitario nel Golfo Paradiso – scrive in una nota il sindaco di Sori, Luigi Castagnola – dopo l’incontro avuto con l’assessore alla Sanità Montaldo la chiusura dell’ospedale di Recco diventa una certezza. Ma noi, sindaci del comprensorio, non abbiamo intenzione di arrenderci dobbiamo difendere un diritto sancito dalla Costituzione”.
Sabato 13 novembre, alle ore 10, anche il primo cittadino di Sori parteciperà al consiglio comunale aperto convocato dal sindaco di Recco sul piazzale dell’ospedale Sant’Antonio cui prenderanno parte, inoltre, i sindaci di Pieve, Bogliasco, Avegno, Uscio e Camogli insieme ai capigruppo.

“Si toglie un punto di riferimento della sanità pubblica – aggiunge Castagnola – i reparti del Sant’Antonio chiuderanno entro la fine del prossimo gennaio e intanto non abbiamo notizia del polo di riabilitazione ortopedica né della piastra ambulatoriale. Le uniche novità che ci sono state date sono tutte di segno negativo. Persino l’ipotesi di mantenere a levante il reparto ortopedico del professore Alberto Federici è tramontata, visto che il reparto sarà spostato a Sampierdarena”.