Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, consorzio olio dop Riviera Ligure: “Solo olive sane e dop”

Più informazioni su

Genova. In questi giorni di avvio della campagna olivicola sono numerose le richieste di precisazioni in merito al Patto di filiera o le istanze degli olivicoltori in merito alle problematiche concernenti la contrattazione delle olive. Dagli interventi dei vari operatori riportati dagli organi di stampa, si capisce che non sempre è stato compreso il vero significato del Patto di filiera.

Carlo Siffredi, Presidente del Consorzio di Tutela dell’olio extra vergine di oliva DOP Riviera Ligure, chiede che venga fatta chiarezza: “Il Patto è uno strumento a disposizione della filiera unicamente per olive sane, bacchiate e non da rete, provenienti da oliveti inseriti nel Piano di Controllo dell’olio DOP Riviera Ligure, vale a dire su cui vi è stata una verifica preventiva dell’ente di certificazione. Le olive non rispondenti a queste caratteristiche – compreso quelle liguri – non possono usufruire dei benefici del Patto di filiera, che prevede anche un rimborso sul contrassegno numerato applicato sul collo delle bottiglie di olio DOP Riviera Ligure. Per quanto riguarda invece gli olivicoltori rispettosi delle buone prassi di conduzione dell’oliveto abbiamo invece l’indicazione del prezzo di 16 euro alla quarta di olive se la resa è del 20%, con oscillazioni in diminuzione o in aumento in caso di rese diverse”.