Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, Anva: Bolkestein, Durc e finanziamenti al centro incontro con Guccinelli

Genova. Nella giornata di ieri  la nuova giunta regionale di Anva Confesercenti si è presentata all’assessore al Commercio Renzo Guccinelli, invitandolo all’assemblea dell’associazione che avrà luogo a gennaio. Nel corso della riunione sono emerse, in particolare, tre urgenze relative al mondo dell’ambulantato.

Per quanto riguarda l’applicazione della direttiva europea nota come Bolkestein, secondo Anva è necessario che dalla dicitura di “beni naturali limitati” venga escluso il commercio su aree pubbliche, o comunque vada salvaguardato ad ogni costo il criterio dell’anzianità al fine di non stravolgere completamente il sistema dell’ambulantato. “Ci è stato annunciato a che a breve verrà convocato un tavolo di lavoro interno agli addetti della Regione Liguria – rende conto il nuovo coordinatore regionale di Anva, Paolo Barbieri – Nel corso di questo incontro verrà definita la posizione da portare alla Conferenza Stato-Regioni, alla quale spetterà poi il compito di applicare la direttiva”.

In merito alla presentazione del Durc (documento unico di regolarità contributiva) Anva chiede venga concessa la possibilità di autocertificare la richiesta del certificato per almeno tre mesi, in modo da permettere agli operatori morosi di regolarizzare la propria posizione. A questo proposito il sindacato degli ambulanti auspica venga realizzato al più presto un incontro con l’Inps che definisca l’iter corretto per il rilascio del certificato e un sistema di agevolazione per consentire il rientro di chi oggi non è in regola, in considerazione del fatto che gli operatori ambulanti sono gli unici soggetti all’adempimento di tale obbligo.

L’ultimo punto sollevato dalla delegazione degli ambulanti è quello legato ai finanziamenti, rispetto al quale Anva che ha chiesto una promozione ulteriore dell’attuale Fir per il commercio. Guccinelli ha evidenziato la carenza di fondi disponibili alla luce dei tagli nei trasferimenti alle Regioni decretati dall’ultima legge finanziaria, ma si è impegnato a mettere sul piatto 4 milioni di euro per il commercio. Anva Confesercenti, inoltre, ha indicato come necessario un piano di riqualificazione integrata delle aree mercatali sgravare i Comuni dagli attuali oneri e sostenere la parte sana dell’ambulantato.