Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Finanziaria, Rossetti al Governo: “Delusi e preoccupati, 9 mln non bastano”

Regione. “E’ da luglio che chiediamo un tavolo di lavoro condiviso con il Governo e quest’oggi addirittura nessuno dell’esecutivo si è presentato in sede di Conferenza delle Regioni per discutere i tagli della manovra, il federalismo fiscale e la legge di stabilità. Ancora una volta constatiamo che di fronte ad una prospettiva di una drastica riduzione di servizi per il taglio di fondi il Governo fa spallucce”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale al Bilancio, Pippo Rossetti al ritorno dalla riunione della Conferenza delle Regioni chiamata a discutere di manovra e federalismo fiscale.

“L’incremento che si è registrato a livello nazionale di 300 milioni – dice Rossetti – di cui 200 per i servizi sociali e 100 per il diritto allo studio, l’obbligo scolastico e le borse non ha alcun peso a livello regionale. Un incremento infatti di 9 milioni non può sopperire ad un taglio di 154 milioni di euro per la Liguria. Quando a gennaio – continua Rossetti – dovremo ridurre i servizi si determineranno rischi anche sui livelli occupazionali di differenti comparti. Siamo delusi per il metodo, visto che il Governo non ha mai voluto un tavolo per discutere con le Regioni e anche preoccupati per il merito.

Come Regione – aggiunge l’assessore regionale al Bilancio – stiamo portando avanti una serie di riflessioni sulle partecipate Filse e sull’accorpamento delle nostre agenzie operative e riducendo tutte le spese che non hanno un impatto sui cittadini. Inoltre stiamo anche cercando di capire come valorizzare il nostro patrimonio, ma tutte le nostre azioni non potranno colmare la pesante riduzione dei servizi pubblici. Anche sul trasporto pubblico locale conclude Rossetti – non c’è nulla, se non per l’acquisto di nuovi treni che rimarranno però fermi nelle stazioni”.