Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ferla Pro Recco a Novi Sad: Eurolega per i 75 anni del Vojvodina

Più informazioni su

Recco. Ferla Pro Recco in partenza per la prima trasferta di Eurolega 2010-2011, destinazione Novi Sad, città situata a nord della Serbia nella provincia della Vojvodina, a 80 chilometri da Belgrado, sulle rive del Danubio, per metà appartenente al distretto della Backa meridionale e per metà a quello di Srem.

Partita da giocare con attenzione, anche se sulla carta sembra scontata: gli avversari sono reduci dalla sconfitta contro il Budva 9-7, la Pro Recco dalla netta vittoria contro il Volgograd 16-5. Diretta su Sportitalia 2 (Sky 226) alle ore 19, replica venerdì ore 15, e chi avesse perso Pro Recco-Volgograd potrà vederla mercoledì 1 dicembre stesso alle ore 15.

Presentano gli avversari i nazionali serbi Filip Filipovic e Boban Nikic. Filip Filipovic: “Ci aspettiamo una partita non facile, anche se sono giovani e con poca esperienza in Europa, ma hanno tanti stimoli per fare bene, sicuramente meglio dello scorso anno, quando non vinsero nemmeno un incontro. Alcuni di loro giocano in Nazionale serba: dobbiamo stare attenti a Vapenski, Vuksanovic ed al portiere Marinkovic”

“Mi hanno detto che mercoledì sarà una grande festa perchè una squadra come la Pro Recco arriva a Novi Sad e perché in questa occasione saranno celebrati i 75 anni della società. Un evento soprattutto per Vojvodina ma anche per la Pro Recco, è tutto pronto. Hanno scelto la piscina più grande, quella più bella, proprio per festeggiare adeguatamente l’evento. Aspettano tanto pubblico, tifosi, appassionati, ci saranno anche i rappresentanti del governo serbo, ripeto, sarà una festa”.

“Mai sottovalutare gli avversari Se facciamo questo commettiamo un errore gravissimo, potremmo incontrare difficoltà. Non possiamo entrare in acqua svogliati o demotivati , senza sapere che gli avversari, anche se sono giovani, sono bravi e vogliono migliorare”.

Boban Nikic: “Noi siamo forti ma dobbiamo giocare come abbiamo fatto contro il Volgograd, anche questa non sarà una partita facile. Giocano una pallanuoto tipicamente serba: lotta e nuoto, sono giovani e avranno dalla loro parte il sostegno del pubblico. Pronostico? Vinceremo”.