Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Conferenza programmatica PD: ieri contro la mafia, oggi il federalismo e il San Gottardo

Liguria. La prima giornata della conferenza programmatica del PD, svoltasi ieri a Palazzo della Meridiana, si è aperta con una dichiarazione del segretario del PD Ligure Lorenzo Basso contro la mafia: “Non c’é compatibilità tra Partito Democratico e odore di mafia, dimostriamolo ogni giorno”.

L’appello è stato accolto da un lungo applauso nel giorno in cui a Genova l’Antimafia confisca beni per un milione di euro. “No a compromessi – ha esortato Basso – gli amministratori Pd sono in prima fila contro la mafia, lo dimostra la capogruppo Pd a Bordighera Donatella Albano sotto scorta”.

Il segretario Lorenzo Basso ha inoltre invitato il Partito Democratico a “riappassionare i giovani, ora disillusi dalla politica e senza un futuro a causa di precarietà e disoccupazione”, annunciando la nascita di nuovi “campi di formazione politica del Pd per 400 persone in due anni”.

Il senatore Pd, ex segretario nazionale della Cisl, Franco Marini ha evidenziato il “fallimento dell’azione del governo, con una crescita del Pil ai livelli più bassi d’Europa, una domanda interna debolissima, una produttività ai minimi storici e il calo delle esportazioni”. L’europarlamentare Pd ed ex segretario nazionale Cgil Sergio Cofferati ha denunciato come “da gennaio 2011 la crisi in Italia si amplificherà a causa della cassa integrazione finita per 800.000 lavoratori e i redditi delle famiglie in calo, a cui si aggiungeranno i tagli alla protezione sociale”. Cofferati ha infine invitato la Fiat a investire di più sulla qualità delle automobili prodotte, e i sindacati “ad accelerare l’istituzione di tre grandi contratti nazionali per industria, servizi e pubblico impiego, e a trovare l’accordo prima possibile per una nuova legge sulla rappresentanza”.

Questa mattina, dalle ore 9.45, la seconda giornata della conferenza. Dalle ore 10 alle ore 10.45 sessione plenaria “Ai confini del Federalismo. Il Nord, l’Italia, l’Europa” intervengono Francesca Balzani, europarlamentare PD, Claudio Burlando, presidente Regione Liguria, Rolando Nannicini, deupato PD. Modera Mario Partenostro, direttore di Primocanale.

Dalle 10.45 alle 11.30 Paolo Lingua, direttore di Telenord modera la sessione plenaria “Sfidare le destre con i nostri valori” intervengono Pierluigi Castagnetti, deputato PD, Elide Taviani, vice presidente ASAL, Giuseppe Vacca, presidente Fondazione Istituto Gramsci.
Fino alle ore 13.30 si riuniscono i gruppi di lavoro tematici. quindi pranzo libero. La conferenza programmatica riprenderà alle ore 15 con i gruppi di lavoro.

Dalle 17.30 alle 18.30 sessione plenaria: “Oltre le Alpi, attraverso l’Appennino. Il San Gottardo apre a nuovi scenari”, interverranno Piero Lazzeri, presidente Federazione Imprese Spedizioni, Francesco Nerli, presidente Assoporto, Pier Paolo Puliafito, dell’università di Genova, Mario Tullo, deputato PD. Modera Massimo Minella, di La Repubblica.

Alle 18.30 stesura dei documenti conclusivi per i gruppi di lavoro tematici, quindi cena a buffet a partire dalle ore 19.30, a seguire spettacolo dei Soggetti Smarriti, “Da Zelig alla satira politica”.