Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Comune di Genova sigla accordo con architetti, Margini: “Aiuto concreto per riqualificare zone degradate” foto

Più informazioni su

Genova. Prè Molo Maddalena, Prà e Cornigliano. Sono queste le aree particolarmente colpite dal degrado sociale economico, su cui il Comune di Genova, come previsto dalla legge Bersani, ha avviato programmi d’intervento, per promuovere e sostenere attività imprenditoriali, attraverso bandi per l’assegnazione di agevolazioni contributive. Obiettivo: consentire alle imprese di avviare l’attività nei locali assegnati, attraverso investimenti finalizzati, anche al miglioramento dell’estetica esterna. Per far fronte alla necessità di combinare gli interventi con le norme urbanistiche ed edilizie e, soprattutto, con le caratteristiche storiche, architettoniche e ambientali degli immobili, le aziende hanno bisogno di tecnici professionisti. A questo proposito, stamani, il Comune ha stipulato un protocollo di intesa con l’ordine degli architetti genovesi, a cui i destinatari del bando potranno rivolgersi per il loro sviluppo imprenditoriale.

“Siamo di fronte a un percorso innovativo – ha commentato l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Mario Margini – oltre a rilanciare i bandi in corso, oggi comunichiamo l’accordo con l’ordine degli architetti: d’ora in poi chi si rivolgerà all’apposito elenco di professionisti, potrà avere una consulenza a prezzi agevolati. Abbiamo cioè puntato sui costi, in modo che le imprese possano mandare avanti le loro domande con meno problemi possibili. Per la prima volta assistiamo a un’intesa operativa con un ordine professionale, un impegno concreto per aiutarci ad andare nella direzione giusta”.
La copia aggiornata dell’Elenco di professionisti che aderiscono a questa convenzione sarà disponibile negli uffici degli Incubatori di imprese territoriali e nell’Ufficio Promozione Lavoro e Creazione d’Impresa del Comune di Genova. Dal canto suo l’ordine si impegna a vigilare sul rispetto delle tariffe previste dal Protocollo siglato oggi.

“Questo accordo servirà alla città per la riqualificazione delle zone in depressione – ha detto Giorgio Parodi, presidente dell’ordine architetti di Genova – portando attività e piccole realtà imprenditoriali nel centro storico e dando così vita ai vicoli. Quanto agli interventi, valuteremo caso per caso, in base alle esigenze degli imprenditori, le soluzioni migliori insieme a tecnici e ingegneri. Fra un mese daremo le prime risposte sull’interesse riscontrato”.