Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cercavano di smaltire rifiuti tossici tra Cina ed Europa: rinviati a giudizio

Genova. Dodici container carichi di rifiuti illeciti che, secondo l’accusa, due aziende cercavano di smaltire illegalmente. Più precisamente, secondo gli investigatori, il materiale altamente tossico dentro i container, veniva riciclato in Cina in modo illegale e riutilizzato per prodotti poi rispediti in Europa. Il carico, infatti, diretto in Cina, era composto da rifiuti di plastica e gomma triturati, mescolati a sterco e rifiuti organici. Nelle bolle di spedizione, invece, erano state segnate false indicazioni rispetto al reale contenuto. Inoltre, la destinazione indicata corrispondeva a impianti di riciclo inesistenti.

Dopo la scoperta nel porto di Genova, nel 2007, Loris Levio, imprenditore di 51 anni, legale rappresentante della “Levio Loris srl” dalla quale provenivano i rifiuti, e Aun Chin Chee, di 42 anni, legale rappresentante della “Bestor International sas”, mandante della spedizione, erano stati indagati. Oggi, all’udienza preliminare, Levio ha chiesto il patteggiamento la continuità con altre condanne ricevute in altri tribunali italiani sempre per reati legali al trasporto illecito di rifiuti. Il processo è rinviato al 12 gennaio.