Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Caso Ruby, niente ospitata ad “Anno zero”: giovedì festa di compleanno a Genova

Più informazioni su

Nessun fidanzamento tra Ruby-Karima e Luca Risso, noto gestore di locali, e nessuna partecipazione alla trasmissione ‘Annozero’. Impegnato in un’udienza, l’avvocato Massimo Dinoia smentisce due notizie pubblicate oggi su Ruby-Karima, la giovane marocchina al centro dell’ultima inchiesta scandalo della Procura di Milano.

“Nego che la mia assistita – afferma il legale – sia fidanzata con il signor Luca Risso. Per quel che riguarda la sua partecipazione alla trasmissione ‘Annozero’, inoltre, lo escludo”. Sulla vicenda, che vede coinvolta la Questura meneghina e il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, oggi è intervenuto il nuovo questore di Milano, Alessandro Marangoni, nel giorno del suo insediamento in via Fatebenefratelli. Il questore ha detto di avere “piena fiducia nel lavoro della magistratura”. “Sono assolutamente consapevole delle cose che stanno accadendo in questi giorni”, ha spiegato Marangoni, chiedendo però “riservatezza e silenzio” per l’indagine giudiziaria in corso. “E’ chiaro – ha sottolineato usando una metafora da marinaio – che in questo momento c’è mare mosso, non possiamo nasconderci dietro un dito, ma c’è un porto e un faro che è la magistratura che sta facendo luce. Ho piena fiducia e rispetto nei confronti dell’autorità giudiziaria”. Poi, a chi gli chiedeva se avesse mai ricevuto telefonate dal presidente del Consiglio in cui venivano avanzate delle richieste, il nuovo questore, che subentra a Vincenzo Indolfi, ha replicato con un secco ”no”.

Da Milano a Palermo un’altra vicenda sta tenendo banco, quella delle feste a base di sesso cui avrebbero partecipato anche dei politici. “Stiamo mandando gli atti istruttori che riguardano i presunti ‘festini’ di cui parla oggi la stampa alla Procura di Milano perché spetta a loro la competenza territoriale sulla vicenda” ha detto il procuratore capo di Palermo Francesco Messineo parlando con i giornalisti al termine del vertice che si è tenuto oggi in Procura per discutere sull’inchiesta aperta in seguito alle dichiarazioni rese da una donna, Perla Genovesi, arrestata nel luglio scorso per traffico di droga. La donna ha parlato ai magistrati di confidenze avute da una amica escort, conosciuta come ‘Nadia’, che le avrebbe parlato di festini a base di sesso e droga con uomini politici anche vicini al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.

Così, a 24 ore dalla smentita arrivata dalla Procura sull’invio dei fascicoli a Milano, oggi è il procuratore capo ad annunciare che il fascicolo raggiungerà il Palazzo di Giustizia di Milano dove si sta indagando sul ‘caso Ruby’. E’ sempre il procuratore capo di Palermo a confermare che l’escort è stata sentita nei giorni scorsi dai pm di Palermo, ma senza parlare del contenuto dell’interrogatorio.