Carcere, nuova legge: ai domiciliari 200 detenuti liguri

carcere

Regione. Saranno circa 200 i detenuti delle carceri liguri che dopo l’approvazione definitiva al Senato della legge sull’esecuzione domiciliare di pene detentive, potranno lasciare in tempi relativamente brevi gli istituti di pena della Regione.
“Un numero che, a regime, sicuramente aumenterà – scrive in una nota Roberto Martinelli, segretario generale aggiunto e commissario straordinario per la Liguria del Sappe – visto che il provvedimento prevede che, fino alla completa attuazione del piano straordinario penitenziario e in attesa della riforma la pena detentiva non superiore a dodici mesi, anche se costituente parte residua di maggior pena, è eseguita, fino al termine ultimo del 31 dicembre 2013, presso l’abitazione del condannato o altro luogo pubblico o privato di cura, assistenza e accoglienza.

Un altro aspetto del provvedimento interessante – conclude Martinelli – è quello che prevede l’assunzione di circa duemila nuovi agenti di Polizia penitenziaria: mi auguro che ciò riduca le attuali carenze di organico dei nostri reparti, quantificate in 400 agenti in meno rispetto al previsto nelle 7 Case circondariali liguri”.

Più informazioni

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.