Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio: Brescia – Genoa, pareggio a reti inviolate sotto la neve

Brescia. Reti inviolate, ma tutto sommato un punto per entrambe le squadre. Quella tra Brescia e Genoa è stata una partita brutta, con poche emozioni, giocata in un campo reso impraticabile dalla neve.

Il risultato non ha cambiato nulla in classifica,  il Brescia ha ottenuto il terzo punto nelle ultime 10 partite, mentre  il Genoa dimostra di non avere ancora ingranato la marcia con Ballardini.

L’inizio di gara è tutto a favore del Grifone. I rossoblu attaccano “pattinando” e nei primi due minuti Toni va due volte vicino al gol. Il Brescia sembra soffrire di più le condizioni meteo e fatica ad uscire dalla propria area di rigore. Nonostante ciò, all’11° arriva una grande occasione per i padroni di casa,  Caracciolo sovrasta di testa i difensori del Genoa nell’ area piccola, ma il pallone viene fermato sulla linea da Mesto con l’aiuto del palo.

Non si fa attendere la risposta degli uomini di Ballardini. E’ ancora  Toni al 15′, con una conclusione al volo a far tremare gli spalti spedendo il pallone aì lato di un soffio. Pochi istanti e l’arbitro Banti di Livorno è costretto ad interrmpere la partita  a causa dei fiocchi di neve che continuavano a cadere sul campo del Rigamonti.

Il direttore di gara fa ritracciare di rosso le linee delle due aree di rigore per migliorare la visibilità di gioco. Dopo una sosta di 6 minuti, consultatosi con i capitani delle due squadre, Banti decide di far riprendere il gioco. Il campo, decisamente impraticabile, vede le squadre avanzare con difficoltà in poche azioni confuse. Un Rigamonti più simile ad un campo di hockey.
Ripreso il match, sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi. Berardi, servito da Zebina spedisce a lato in scivolata a due passi da Eduardo. Da segnalare il gol annullato per fuorigioco ad Eder. Il primo tempo si conclude con i lombardi che tengono il gioco e i liguri pronti a ripartire in contropiede.

Il secondo tempo riparte senza cambi per entrambe le squadre. Neanche il meteo cambia.  Poche azioni pericolose per i secondi 45 minuti. L’unica grande occasione arriva in pieno recupero, quando un cross tagliato di Dallamano viene deviato da Eduardo che con un miracolo mette fuori tempo Caracciolo.

Il Grifone, svantaggiato anche dalle condizioni avverse, non ha comunque dimostrato buone cose in campo. Gli uomini di Ballardini dovranno affrontare un’altra delicata trasferta domenica prossima a Lecce. Magari…senza pattinare.