Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Borzonasca, nuovo parcheggio per l’Abbazia di Sant’Andrea: salvo il cipresso plurisecolare

Borzonasca. Libererà dalle auto l’antico sagrato, salvaguardando così anche il suo cipresso plurisecolare e restituendo a questo luogo millenario la sua originaria e magnifica suggestione. E’ la nuova area di parcheggio, finanziata dalla Provincia di Genova in una specifica intesa con il Comune di Borzonasca e la Diocesi di Chiavari, a servizio
dell’Abbazia di Sant’Andrea a Borzone, monumento nazionale dal 1910, fondata dai monaci Benedettini nel XII secolo sui primi nuclei del complesso risalenti al Mille.

La Giunta Provinciale, su proposta dell’assessore Paolo Perfigli, ha deliberato un finanziamento di 28.000 euro per il nuovo parcheggio a raso nelle vicinanze dell’Abbazia che sarà realizzato dal Comune di Borzonasca entro dodici mesi dal rilascio delle autorizzazioni e, in accordo con la Diocesi chiavarese proprietaria del sito religioso e delle aree circostanti, sarà di uso pubblico.

“Sant’Andrea di Borzone è uno dei luoghi storici e architettonici più importanti di tutta la Liguria – dice l’assessore Paolo Perfigli – e il suo complesso, preziosa testimonianza anche della storia millenaria della Valle Sturla, ogni anno è meta devozionale di molte migliaia di visitatori. Per questo la Provincia, nell’impegno per rafforzare la promozione del territorio e lo sviluppo sociale ed economico delle sue aree montane, sostiene un intervento che potrà valorizzare ulteriormente questo importante sito monumentale, con benefici e ricadute per tutto il territorio circostante, favorendone l’accesso e risolvendo i problemi logistici e ambientali del passaggio e della sosta delle auto davanti all’abbazia con un nuovo parcheggio sul lato sinistro della strada comunale”.

L’area di sosta che sostituirà quella, del tutto impropriamente, finora utilizzata davanti all’edificio religioso, sarà realizzata con dodici posti auto tre in linea e nove a pettine con fondo naturale, livellato e rivestito di ghiaia, e comprenderà uno spazio di manovra per i veicoli e un collegamento carrabile, sempre rivestito in ghiaia e sostenuto da una scogliera naturale rivestita di vegetazione, per il piccolo cimitero locale. Nel protocollo d’intesa sulla valorizzazione del complesso dell’Abbazia di Sant’Andrea di Borzone il Comune di Borzonasca razionalizzerà e migliorerà l’illuminazione pubblica dell’antico sito medievale per farne apprezzare appieno tutta la bellezza e le suggestioni e arricchirà l’arredo urbano circostante.

La Diocesi di Chiavari metterà a disposizione le aree, di cui è proprietaria, per questi interventi impegnandosi a garantire l’uso pubblico del nuovo parcheggio (e dei suoi collegamenti viari) finanziato dalla Provincia e realizzato dal Comune e degli arredi urbani allestiti dal Comune e darà impulso a specifiche iniziative per rafforzare il significato dell’Abbazia, oltre che di grande presenza religiosa, storica e culturale, anche come elemento di sviluppo per la comunità civile.