Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bilancio 2011, Burlando: “Bene le opere pubbliche, ma la spesa corrente è drammatica”

Regione. “Il Trasporto pubblico locale su ferro e gomma ha meritato un discorso a parte durante l’approvazione del bilancio e della legge finanziaria regionale, perché i contratti di servizio sono imminenti. Da questo deriva la decisione della Giunta regionale ligure di mettere 25 milioni di euro sul TPL per sopperire al taglio di 63 milioni”. Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando al termine della seduta di giunta. “Inoltre abbiamo deciso di aumentare il fondo per l’efficientamento delle aziende del settore che sarà pari a 5 milioni di euro e che servirà a operazioni di riallineamento, aiuto alla cassa integrazione e alla mobilità.

Oltre al taglio sui trasporti per 63 milioni di euro – ha proseguito Burlando – i tagli incideranno su lavoro e sociale per 28 milioni, su impresa e turismo per 20, sull’agricoltura per 3, sull’istruzione per 3, sulla viabilità per 20, sull’ambiente per 10, più vari altri tagli per 6. Avremo da gestire un anno complicatissimo, con i fondi discrezionali a zero. Rimane da capire se ci saranno margini nel corso dell’anno: se così non fosse avremmo conseguenze enormi in ogni campo. Le nostre previsioni di inizio estate sull’impatto dei tagli sulla nostra regione si sono purtroppo avverate. Non c’era allarmismo, era tutto vero.

La conferenza Stato Regioni di giovedì – ha proseguito Burlando – ha accolto la proposta delle Regioni, quindi l’articolo 20 è salvo. A questo punto ci aspettiamo che il ministero dell’Economia firmi gli accordi con quelle Regioni, tra cui la nostra, che sono pronte. All’interno di questi accordi ci sono per noi anche i finanziamenti di due ospedali: un finanziamento integrale per La Spezia e uno di un terzo per il Galliera.

Giovedì abbiamo inoltre avuto conferma dal ministro Fitto che nelle prossime settimane si dovrebbero sbloccare i fondi FAS con una ulteriore limatura sulla cifra prevista: ne abbiamo già avuta una da 20 milioni, vedremo ora la seconda come sarà.

Infine – ha terminato il presidente – ieri al CIPE il ministro Matteoli ci ha assicurato che verrà sbloccato anche l’intervento per il viadotto di Voltri. Se aggiungiamo a questo che la programmazione per i fondi europei sta entrando adesso nella parte più operativa e se aggiungiamo anche che partono un certo numero di opere significative (strada a mare, Aurelia bis di Savona e di La Spezia) la situazione sul fronte opere pubbliche/conto capitale non appare negativa: quella che è drammatica è la cosiddetta spesa corrente”.