Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Basket, B d’Eccellenza: Polysport Lavagna batte Nba Zena

Più informazioni su

Come Penelope, l’NBA-Zena “distrugge” nel terzo quarto (parziale 6-25) quanto di buono fatto nei primi due quarti, conclusi a soli due punti dalle avversarie, ed a nulla vale un ultimo periodo all’altezza dei primi due. Le attenuanti non mancano, Vignati ha dovuto fare i conti con l’assenza di Nancy Scozzari (cui è andato un pensiero affettuoso dei tifosi sugli spalti, vicini alla capitana rimasta a Palermo a causa di un grave lutto familiare) e con Canepa che, oltre ad essere debilitata da un attacco influenzale, ha patito più del previsto l’esordio da avversaria contro la squadra in cui ha militato per moltissimi anni.

Erinna Marciano non si è fatta condizionare dalla protezione al gomito con cui ha dovuto giocare e, al pari della sorella Dalisia (’93) , ha fornito una prova decisamente positiva.

Un derby che si rispetti, e questo non è sfuggito alla regola, non consente disattenzioni ed in questo la Polysport Lavagna, trascinata da un’incontenibile Fantoni (11 punti già all’intervallo) , ha messo in mostra maggiore continuità ed una più spiccata combattività.

Il coach Vignati, se potrà già contare dal prossimo turno sul rientro della capitana Scozzari, dovrà chiedere ora la massima concentrazione alle sue ragazze : i prossimi due turni, entrambi ancora casalinghi (con in mezzo il turno di riposo) prevedono due scontri che valgono doppio, se non di più, con Moncalieri e Cantù. L’obiettivo per mantenere intatte le ambizioni playoff (può sembrare strano, visto lo zero in classifica, ma è così) è fare bottino pieno.

Se non altro le genovesi possono fare affidamento sulla “legge dei grandi numeri”: l’ultima vittoria risale infatti al lontano 9 Gennaio, era l’ultimo turno della stagione regolare e l’NBA, con il tifoso d’eccezione Don Gallo sugli spalti, sconfiggendo nel derby la Cestistica Savonese, si aggiudicò l’ingresso alla poule promozione. Da allora, con una miriade esagerata di infortuni ma anche con tante occasioni sprecate, solo sconfitte (16 consecutive).