Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Basket, B d’Eccellenza: Lavagna convincente, NBA Genova deludente

Lavagna. Terza vittoria in quattro partite per l’Autorighi Lavagna che a Collegno ha liquidato con autorevolezza la Pallacanestro Torino, squadra protagonista di un buon avvio di campionato.

La squadra di coach De Santis, trascinata dai 21 punti di Morselli, ha sempre dato l’impressione di avere il match in mano e si è imposta proprio con ben 21 lunghezze di scarto. Una prova molto convincente in una giornata caratterizzata da una sola nota negativa, l’infortunio della capitano Michela Fantoni, costretta ad andare al pronto soccorso per un colpo all’ultima falange del pollice.

Il tabellino:
Pallacanestro Torino – Autorighi Lavagna 45 – 66
(Parziali: 8 – 17, 19 – 29, 30 – 48)
Pallacanestro Torino: Martini 6, Caputo 3, Verdicchio, Magnarini 7, Mortera 2, Rossetto, Nicola 14, Balbo, Gambino 11, Ponzin 2. All. Salvemini.
Autorighi Lavagna: Annigoni 2, Carbone 5, Russo 2, Morselli 21, Fantoni 6, Fortunato 13, Gaiaschi, Tesserin, Principi 7, Zampieri 10. All. De Santis – Daneri.
Arbitri: Edoardo Lunghi (Cantù) e Andrea Galliani (Bregnano).

C’è invece molta delusione in casa NBA, dopo la trasferta di Vittuone e non tanto (o non solo) per la sconfitta in sè quanto per il modo in cui è maturata. Un gigantesco passo indietro rispetto alle precedenti sconfitte nelle quali, aldilà delle attenuanti per gli infortuni, si era vista comunque una squadra degna di tale nome. Niente di tutto ciò al cospetto delle giovanissime ragazze di coach Riccardi, una sorta di under 17 con l’aggiunta delle senior Verri e Maggi e delle under 19 Bernini e Dal Verme. Di fronte alle prime difficoltà è venuta meno la capacità di giocare “di squadra”, l’unico valore aggiunto che non dovrebbe mai mancare ad un gruppo nel quale nessuna giocatrice può pensare di avere le qualità per risolvere, da sola, una partita.

Proprio questo è invece quanto emerso in una gara che, dopo il “solito” inizio in salita (16 – 10 all’8° con due triple di Dal Verme), si era presto rimessa, apparentemente, sulla china giusta (18 – 18 al 12°). Un’ingiustificata frenesia vanificava il buon lavoro fatto ed emblematico il quadro del terzo periodo, nel quale le locali riuscivano a realizzare solo 5 punti (3 nei primi 9 minuti) e le ragazze di Vignati (nella foto), anzichè approfittarne, ne mettevano insieme solo 7.

Una serie infinita di errori, ben 26 palle perse e, nonostante tutto, a metà del quarto periodo solo 3 punti (42 – 39) dividevano le due squadre. Il quinto fallo di Scozzari, unito, poco dopo, all’infortunio occorso ad Erinna Marciano (sicuramente, sul piano degli attributi, una delle migliori fino a quel momento) spegnevano ulteriormente le velleità delle genovesi che avevano comunque un’ultima opportunità: ben 6 tiri liberi, nel corso dell’ultimo minuto, sul punteggio fermo a – 5. L’1 su 6 dalla lunetta fotografa ulteriormente la mancanza di determinazione e di lucidità di una formazione che ora dovrà cercare di non guardare più ai risultati delle altre squadre ma provare a trovare le condizioni per ottenere, quanto prima, i propri.

Infine il bollettino dall’infermeria: per Erinna Marciano, dopo i primi accertamenti al pronto soccorso, sembrerebbe scongiurata la possibilità di una frattura al capitello radiale del braccio destro a seguito della forte contusione rimediata nel finale di partita. Ulteriori accertamenti non appena si sarà ridotto il gonfiore, possibile uno stop di una decina di giorni anche se si confida sulla sua capacità di soffrire.

In via di completo recupero Giovanna Canepa, mentre è più problematico del previsto il recupero pieno per Stefania Mandonico, che necessita ancora di tutore alla caviglia. Meno grave del previsto invece, a quanto pare, l’infortunio che ha impedito ad Emanuela Lanari di partecipare alla trasferta, probabile un suo recupero già nel corso della settimana, nella quale Vignati non potrà disporre della capitana Scozzari, rientrata a Palermo per motivi di famiglia.

Il tabellino:
Sabiana Vittuone – New Basket A-Zena Genova 56 – 48
(Parziali: 18 – 14, 34 – 27, 39 – 34)
Sabiana Vittuone: Pastore 10, Dal Verme 22, Maggi 2, Rossi 2, Pirola, Moretti 1, Cagner 2, Djedjemel 6, Bernini 9, Verri 2. All. Riccardi.
New Basket A-Zena Genova: Turra 3, Toncinich ne, Canepa 9, Bracco, Scozzari 8, Flandi 10, E. Marciano 2, Giorato, D. Marciano 5, Mandonico 11. All. Vignati.
Arbitri: Gianni Belcuore (Calolziocorte) e Marco Gazzè (Alzate Brianza).

I risultati del 5° turno:
Gelfresco Savona – Azzurra Moncalieri 56 – 55
B&P Costa Masnaga – Starlight Valmadrera 43 – 73
Sabiana Vittuone – New Basket A-Zena Genova 56 – 48
Conad Cossato – Stars Novara 80 – 57
Pallacanestro Torino – Autorighi Lavagna 45 – 66
ha riposato: Basket Team Cantù

La classifica vede l’Autorighi al 3° posto e con il turno di riposo già alle spalle:
1° Starlight Valmadrera 10
2° Conad Cossato 8
3° Gelfresco Savona 6
3° Autorighi Lavagna 6
5° Pallacanestro Torino 6
6° Stars Novara 4
6° Azzurra Moncalieri 4
8° B&P Costa Masnaga 4
9° Sabiana Vittuone 2
10° Basket Team Cantù 0
11° New Basket A-Zena Genova 0
Gelfresco Savona, Autorighi Lavagna, Stars Novara, Azzurra Moncalieri e Basket Team Cantù hanno giocato una partita in meno.

Sabato 13 novembre alle ore 20,30 è in programma il derby della provincia di Genova tra NBA e Autorighi Lavagna. Si giocherà al Paladonbosco di Genova.