Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Alluvione: 390 aziende danneggiate non riceveranno aiuti

Genova. E’ di 47 milioni di euro il conto totale dei danni provocati dall’alluvione dello scorso 4 ottobre che ha messo in ginocchio Sestri Ponente e altre zone della provincia di Genova.

Le grandi aziende, come Ansaldo, San Giorgio e Amiu, non recupereranno nemmeno un euro perchè il bando della Regione le esclude. E anche le piccole aziende rischiano di non veder arrivare aiuti: se non hanno superato la soglia dei 20 mila euro. A conti fatti sono ben 390 le aziende che non riceveranno nulla, circa la metà di quelle che hanno chiesto aiuto.

Il settore più colpito è quello del commercio: danni per 11 milioni, poi ci sono gli artigiani (8 milioni) seguono servizi e industria.
Il Governo ha stanziato 10 milioni, di cui 7 andranno ai Comuni e 3 a privati e aziende, una fetta davvero piccola che non riuscirà  a soddisfare tutti. Certo, ci sono anche i 3 milioni di euro stanziati dalla regione, che però possono essere utilizzati solo per riaprire le imprese e non per i rimborsi.

A restare a bocca asciutta quindi saranno tante aziende, che se non riusciranno a rimboccarsi le maniche da sole (come il negozio Piemmesport, simbolo della rinascita), dovranno fare i conti con una realtà troppo dura.