Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestri Ponente: allarme gas cessato, ora si combatte con una perdita d’acqua

Sestri Ponente. Emergenza cessata alle 21 di ieri sera a Sestri Ponente: sono rientrate nelle loro abitazioni le 150 persone che nel pomeriggio erano state evacuate per una fuga di gas, che si è sprigionata dopo la rottura di una tubatura durante i lavori di bonifica nel torrente Chiaravagna.

Gli abitanti, ricoverati per ore all’interno di alcuni bus messi a disposizione da Amt per ripararsi dal freddo, sono potuti rientrare dopo che i vigili del fuoco ed i geometri del Comune hanno dichiarato terminata l’emergenza. I tecnici di Reti Gas, infatti, sono riusciti a tempo record, dopo aver deviato il corso del torrente con una diga di massi e fango, a trovare la falla nel tubo ed a bloccarla. La polizia municipale ha stimato in 600 le persone evacuate complessivamente per la fuga di gas nella delegazione del ponente genovese, considerando oltre ai residenti anche gli studenti ed i professori dell’istituto Bergese, gli impiegati della Selex e della Elsag.Ad essere colpita è stata la stessa zona di Sestri duramente danneggiata dall’esondazione del torrente Chiaravagna e del rio Ruscarolo nell’alluvione dello scorso 4 ottobre. Per i residenti di Sestri è stato un altro giorno di paura.

C’è chi si deve ancora sollevare dall’alluvione, chi ha lavorato fino a pochi giorni fa per sistemare casa e box allagati, e ieri si è ritrovata in strada. C’è chi, più disperato, pensa ad una “nuvoletta nera” sulla testa, e chi invece prova a buttarla sul ridere, dicendo che almeno ha avuto i figli a cena. E intanto il quartiere di Borzoli si è svegliata questa mattina sotto l’acqua: una perdita all’altezza di via Venzano obbliga le vetture a procedere in senso unico alternato, ma presto la strada potrebbe essere chiusa.