Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sanità, Spi-Cgil a istituzioni: “Non chiudete il presidio al Lagaccio”

Più informazioni su

Genova (Lagaccio). Confermare il presidio socio sanitario del Lagaccio: lo chiedono Spi-Cgil Lega San Teodoro, lo Spi-Cgil Lega Porto Via Milano, Il Circolo Arci 30 Giugno, il Circolo Arci Bottino, l’Associazione Ruota della Medicina, l’Anpi di San Teodoro, il Soms Guerrazzi, l’Arci Amici Cacciatori, all’Assessore regionale alla Salute Claudio Montaldo, alla Direttrice Generale della ASL3 Genovese, Renata Canini e all’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Genova, Roberta Papi.

“Il presidio situato dal 2007 in via Bari -scrivono in una nota- rappresenta per la cittadinanza dei quartieri del Lagaccio e di San Teodoro un indispensabile servizio. Il presidio di via Bari offre, in una delle zone più densamente popolate della città, servizi di copertura sanitaria quali quelli del Centro Prelievi, del CUP per la prenotazione delle visite mediche e l’attività di un ambulatorio medico dove sono presenti un medico ed un infermiere.

I dati demografici relativi al territorio di questi quartieri evidenziano l’assoluta necessità di un presidio socio-sanitario sul territorio e gli amministratori pubblici che gestiscono il quadro di razionalizzazione della rete ospedaliera e del sistema sociosanitario territoriale devono tenere in considerazione le esigenze di ogni territorio. Inoltre- concludono- il Presidente del Municipio 2 Centro Ovest, Franco Marengo, ha dato la disponibilità ad offrire due locali per ospitare l’ambulatorio della Asl”.