Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rosso, Scajola e Garibaldi (Pdl): “Il tesoretto di Trenitalia a favore dei pendolari liguri”

Regione. Un ordine del giorno a favore dei pendolari liguri. Promotori dell’iniziativa il capogruppo Matteo Rosso, il vicecapogruppo Marco Scajola e il consigliere Gino Garibaldi che, in questo modo, vogliono impegnare la Giunta Regionale a stanziare i soldi delle penali e detrazioni a carico di Trenitalia sul trasporto passeggeri.

“Raccogliamo l’appello dei pendolari liguri – dichiarano i tre consiglieri regionali – che hanno chiesto che il tesoretto che la Regione ha messo insieme tra detrazioni e penali proveniente da Trenitalia, circa 1 milione e 365 mila euro venga utilizzato per garantire come l’anno scorso un bonus di due mesi sull’abbonamento del treno ed uno sconto sugli abbonamenti annuali.”

Secondo gli esponenti del Pdl questi soldi devono andare a “ripagare” i pendolari per i molteplici disservizi subiti durante tutto l’anno a causa di inefficienze del trasporto ferroviario. “Non condividiamo affatto l’idea espressa dall’assessore Vesco – rimarcano gli esponenti Pdl – di spendere queste risorse per altre tipologie di interventi tipo il finanziamento del software per l’utilizzo della card di bigliettazione elettronica per 300 mila e finanziamento di 4 anni di libera circolazione delle biciclette sui treni per 200 mila euro che possono essere eseguiti con altre risorse.

Per questo – annunciano Rosso, Scajola e Garibaldi – raccogliendo la proposta dei pendolari liguri abbiamo presentato un ordine del giorno per impegnare la Giunta a stanziare queste risorse per il bonus di due mensilità sull’abbonamento a favore degli abbonati mensili e per garantire uno sconto del 20% per gli abbonati annuali.
I pendolari in Liguria sono circa 20 mila, riteniamo che sia doveroso che questi soldi siano stornati ai cittadini che prendono quotidianamente il treno per recarsi al lavoro e che subiscono disagi pesanti. Basti pensare – concludono i tre consiglieri regionali del Pdl – che anche questa mattina l’IC 504 proveniente da Livorno per Torino con arrivo previsto a Genova Brignole per le ore 9:05 è arrivato con 45 minuti di ritardo con buona pace di tutti quei lavoratori e di quelli studenti che oggi hanno dovuto prendersi minimo mezz’ora di permesso e/o sono arrivati tardi in Università”.