Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Regione: 150 mln in meno dal Governo, Rossetti “Difficile chiudere il bilancio”

Regione. E’ ormai quasi certo, la Liguria subirà un pesante taglio in termini di trasferimento delle risorse da parte del Governo centrale. Se per lo scorso Bilancio, la Regione poteva contare su 225 milioni di euro, oggi il documento programmatico per il 2011 dovrà fare i conti con un trasferimento nettamente inferiore di 75 milioni di euro, quasi 150 milioni in meno nelle casse della giunta Burlando.

“Siamo di fronte a una difficoltà nazionale- ha dichiarato l’assessore regionale al Bilancio, Pippo Rossetti- con un taglio di risorse a dir poco incredibile, di cui si lamentano anche Regioni, come Lombardia e Veneto, amministrate dal centro destra. In questo senso, anche la riforma del Federalismo per cui abbiamo abbiamo ottenuto una settimana prima di discutere il decreto, nasconde il rischio di svuotare ulteriormente le regioni nella gestione autonoma delle risorse. Naturalmente tutti abbiamo il dovere di di abbattere il debito, ma dobbiamo poterlo fare nel modo migliore possibile”.

Nonostante le difficoltà siano spalmate su tutto il territorio nazionale, Rossetti fa poi una considerazione politica, riferendosi alla possibilità di un diverso trattamento tra Regioni: “Per esempio, sul piano sanitario, le regioni con una maggiore presenza di anziani e quindi con una maggiore spesa, sono di centro sinistra, e quindi dovrebbero ricevere maggiori introiti. Vedremo come il governo considererà questo elemento”.

Altro punto di discordia sono i diversi comportamenti tenuti sui fondi Fas “A oggi non capiamo perchè la Liguria, che l’anno scorso ha speso tutti i Fas, si veda bloccati i nuovi, perché, secondo il Governo, alcune regioni del sud governate dal centrodestra non hanno speso ancora i vecchi Fas. A pensar male non si sbaglia – ha concluso l’assessore- la preoccupazione che per parte dei tagli siano stati adottati criteri differenti, in riferimento magari al momento di difficoltà che sta vivendo il centro destra e in vista poi di possibili elezioni, c’è. Detto questo, contiamo sempre e comunque su un equo ed eguale sostegno a tutte le regioni, indipendentemente dal colore politico”.