Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piano operativo triennale, Merlo: “Causa tagli, dal 2012 solo manutenzione ordinaria”

Genova. L’autorità portuale ha approvato oggi il piano operativo triennale e il bilancio previsionale 2011. Oltre al piano di interventi per completare le opere previste dal piano regolatore, le priorità individuate dal comitato portuale per il prossimo triennio sono tre: il sesto bacino di carenaggio, la realizzazione del nuovo polo delle Autostrade del Mare a Voltri, e la realizzazione di tutte le opere propedeutiche al potenziamento della cantieristica a Ponente, ovvero al ribaltamento a mare di Fincantieri.

Questi i tre obiettivi che l’Autorità Portuale cercherà di realizzare, “nonostante la contrazione delle risorse destinate a finanziare le opere nei porti – scrive in una nota l’autorità portuale genovese- a cui si aggiunge il mancato introito dei 70 milioni di euro previsti dall’Accordo di Programma di Cornigliano che nei progetti dell’Autorità Portuale sarebbero stati utilizzati per potenziare le funzioni logistiche del porto, strategiche per lo sviluppo, ed in particolar modo per la realizzazione della sopraelevata portuale e dell’autoparco”.

Circa 220 i milioni di euro previsti per gli interventi del 2011, che si aggiungono ai circa 110 milioni del 2010. “Data la contrazione dei finanziamenti- commenta il presidente Luigi Merlo- il prossimo anno sarà l’ultimo in cui l’Autorità Portuale potrà investire una cifra considerevole nello sviluppo del porto. Dal 2012, in assenza di novità di rilievo, si potrà operare soltanto sulla manutenzione ordinaria, tanto che anche gli importi previsti dal Piano operativo triennale ammontano a circa 47 milioni di euro per il 2012 e a meno di 30 milioni di euro per il 2013”.

Nel 2011 circa 36,7 milioni di euro saranno dedicati al piano di consolidamento del settore industriale delle riparazioni e delle costruzioni navali: nei primi mesi dell’anno verrà perfezionato il progetto del VI bacinoe verranno avviate le procedure di appalto per la sua costruzione che si prevede di finanziare parzialmente con la cessione delle quote dell’aeroporto. Sempre nel 2011, circa 50 milioni di euro saranno invece destinati alle opere complementari a Calata Bettolo. Alla realizzazione del programma della logistica, invece, verranno destinati circa 37 milioni di euro, divisi tra il restyling della parte di sopraelevata esistente e la realizzazione del suo prolungamento. Per il nuovo polo delle Autostrade del Mare di Voltri, opera strategica per rispondere in modo adeguato alle previsioni di crescita dei traffici da e per il Nord Africa e per cui è stata avviata la procedura di variante al Prp, l’investimento previsto nel 2011 e destinato solo al progetto di rifacimento del viadotto, ammonta a circa 30 milioni di euro. Sono,infine, dieci i milioni di euro destinati alle opere connesse alla realizzazione del nuovo centro polifunzionale di Ponte Parodi.

Oltre al piano operativo è stato anche approvato il bilancio che prevede circa 68,7 miioni di euro di entrate correnti, di cui 35, 7 di entrate tributarie (tasse portuali, di ancoraggio, addizionale sulle merci, ecc), oltre 28 di canoni demaniali, e circa 174 milioni di euro di risorse in conto capitale in gran parte acquisite attraverso operazioni finanziarie dedicate.