Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Maltempo: la Liguria è quasi ai margini…Eppure a Genova è panico!

Genova. “Prima la bufala dello tsunami di una specie di santona, adesso un’ordinanza del sindaco di Genova prefigura l’approssimarsi di un’alluvione che non ci sarà… e la gente crede ai maghi veggenti e snobba i bollettini previsionali!”. Con queste parole la Limet (Associazione Ligure di Meteorologia) esordisce commentando l’attuale allarmismo.

“Forse qualcuno si è fatto impressionare dall’animazione satellitare, un vortice depressionario così vasto e così intenso nel cuore del Mare Nostrum era tanto che non si vedeva.E le piogge, i temporali e qualche situazione di allarme-pericolo non mancheranno di coinvolgere molte zone dell’Italia centrale, isole comprese, mentre la Liguria resterà a guardare, o quasi – continuano – Già, tanto fumo e (fortunatamente) poco arrosto per la nostra regione, cieli nuvolosi, accompagnati da qualche breve sgocciolio, ma se di avvisi e allarmi bisogna parlare occorre farlo per il vento, che, di direzione settentrionale, sarà forte, a tratti burrascoso e navigare a largo, oggi, potrebbe presentarsi davvero pericoloso”.

Dunque allarme ingiustificato?

“Noi preferiamo sempre che ci sia un grado di attenzione molto alto quando le condizioni meteorologiche lo esigono, lavoriamo costantemente perchè la gente impari a informarsi per tempo e a seguire tutti i monitoraggi (importantissimi) e a saper leggere i parametri meteo-climatici fondamentali per poter riconoscere in tempo utile una potenziale situazione di pericolo – spiegano -Oggi, ad esempio, potrebbe essere pericoloso per furgoni e telonati viaggiare in autostrada, soprattutto su viadotti e all’uscita delle gallerie il vento potrebbe creare qualche problema di troppo, così come è sconsigliabile navigare, soprattutto al largo”.

La Limet tranquillizza in merito alla pioggia: “Per il resto, anche stamattina, sembra tutto confermato come da bollettino previsionale. Poca pioggia, forse qualche goccia in più dove di solito piove di meno (estremo ponente) e solo tanta apprensione per un quartiere genovese, quello di Sestri Ponente, in ginocchio per un evento eccezionale (oltre 400 mm in poche ore) e un piano urbanistico da terzo mondo”.

Un commento anche sull’ordinanza di Marta Vincenzi: “L’ordinanza del sindaco, a noi di Limet, ci sembra una decisione molto più politica che meteorologica, ma nel nostro cuore speriamo che il tutto si esaurisca con un nulla di fatto, non tanto per gettare la croce ad una macchina operativa che si muove sempre dopo e mai prima, quanto per quella gente che non merita affatto una nuova tragedia -Noi, nel nostro piccolo, continuiamo a fare informazione e domani sera, presso la nostra sede genovese di via Mogadiscio parleremo di temporali a tutti coloro che vorranno partecipare (l’ingresso è libero e aperto a chiunque), nella speranza che a forza di gridare al lupo al lupo la gente non voglia credere maggiormente a maghi e veggenti piuttosto che ai bollettini previsionali”.