Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Levante: da domani in viaggio le tre nuove vetture Vivalto

Levante. “Per una volta un intervento previsto dal contratto di servizio è stato portato a termine nei tempi giusti, da oggi i treni Vivalto finanziati anche dalla Regione Liguria possono raggiungere tutta la regione”.Lo ha detto il presidente della Regione, Claudio Burlando appena sceso dal treno Vivalto lungo la linea Sestri Levante – Spezia, dopo l’intervento di risagomatura delle gallerie delle Cinque Terre effettuato da RFI (Gruppo FS). “Era sgradevole – ha detto Burlando – aver finanziato treni che potevano arrivare solo fino a Sestri Levante a causa delle dimensioni delle gallerie che giungono a Spezia”.

Sono quattro i treni Vivalto a doppio piano che la Regione Liguria ha finanziato per un totale di 5,4 milioni di euro corrispondenti al 25% del costo di ogni treno. Di questi però solo tre sono circolanti. “Il quarto – ha ribadito l’assessore regionale ai trasporti, Enrico Vesco – lo stiamo ancora aspettando, è in ritardo di tre anni sui tempi di consegna, anche se Trenitalia si è impegnata a consegnarlo nei primi sei mesi del 2011”.
Le tre vetture Vivalto, che da domani circoleranno sulle linee liguri, lungo la tratta Sestri Levante Spezia e ritorno e Savona Spezia, ospitano ognuna 590 posti per 5 carrozze e consentono agli utenti di entrare più facilmente grazie alle porte più ampie. “Accanto all’intervento di risagomatura effettuato da RFI – ha continuato Vesco –contenuto nel contratto di servizio per un importo di 1,5 milioni di euro erano previsti anche interventi di innalzamento dei marciapiedi delle stazioni liguri da Ventimiglia a Levanto che sono stati iniziati e saranno completati entro il 2011. A questi si aggiungono anche dieci nuovi convogli che a partire dal 2011 cominceranno ad entrare in servizio e saranno messi definitivamente in circolazione con il 2014, grazie ai 100 milioni di euro stanziati congiuntamente da Regione Liguria (50 milioni) e da Trenitalia”.