Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Italia-Serbia, caos anche alle biglietterie appena inaugurate (foto) foto

Genova (Marassi). Ieri, sin dalle prime ore del pomeriggio, abbiamo dato ampio risalto alla cronaca. Genova e i tifosi genovesi si aspettavano una giornata di sport e si sono trovati, loro malgrado, a essere teatro e osservatori di una delle più brutte pagine della storia della nostra nazionale di calcio.

La triste giornata però non si esaurisce solo a quanto abbiamo puntualmente riportato rispetto ai riprovevoli comportamenti dei tifosi serbi. Da cronisti presenti sul campo abbiamo assistito anche a diversi episodi di disorganizzazione che con i tifosi serbi non c’entravano nulla. Tra questi la stucchevole e sfinente trafila che molti tifosi italiani hanno dovuto affrontare per comperare il biglietto della partita. Solo qualche giorno fa, anche sul nostro giornale, si è dato ampio riscontro alla conclusione dei lavori di ristrutturazione avvenuti dentro e attorno allo stadio Marassi.

Davanti alla tribuna è stata inaugurata una nuova biglietteria che avrebbe dovuto rispettare gli standard organizzativi più efficienti. Ieri, invece, già alle ore 18 la calca davanti alla biglietteria era impressionante, le difficoltà a recuperare un semplice tagliando sembravano insuperabili. La logistica di questa nuova postazione, infatti, non solo obbliga le persone a una coda caotica e a tratti asfissiante, ma costringe coloro che riescono a ottenere il tagliando così tanto agognato, a tornare indietro facendosi largo proprio in mezzo alla calca delle persone ancora in fila. Non solo, nella coda c’erano numerosi tifosi che avevano comprato il biglietto online, sicuri, dalle segnalazioni date dal sito, di dover ritirare il loro tagliando proprio in questa postazione. Invece, arrivati finalmente allo sportello per ottenere il biglietto, si vedono respinti senza indicazioni precisi su dove andare a recuperare ciò che già avevano pagato.

I tifosi serbi sono stati i veri protagonisti della serata, ma certo se l’organizzazione complessiva di un evento così importante quale una partita di calcio della nazionale, non sembra in grado di rendere fluida la vendita dei biglietti, come possiamo stupirci se un centinaio di delinquenti siano in grado di fermare una partita di calcio?