Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Festival della Scienza beve solo “Acqua del Bronzino”

Genova. Grazie alla collaborazione con il Comune di Genova, Iren Acqua Gas/Mediterranea delle Acque e Amiu, il Festival della Scienza 2010 berrà solo acqua del bronzino con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale della manifestazione eliminando la produzione di rifiuti plastici.
Per tutta la sua durata, il Festival della Scienza 2010 non acquisterà acqua in bottiglia e agli animatori, ai relatori e a tutta l’organizzazione dell’evento, verranno fornite le nuove bottigliette firmate “Acqua del Bronzino” che ciascuno potrà riempire con l’acqua del rubinetto.

La bottiglia “Acqua del Bronzino” verrà inoltre distribuita a tutti coloro che parteciperanno ai convegni sull’acqua organizzati dalla Fondazione Amga e dal Festival della Scienza nelle giornate del 3, 4 e 5 novembre presso il Centro Convegni Iren.
“La collaborazione instaurata con il Festival della Scienza per la campagna Acqua del Bronzino – dichiara Carlo Senesi, Assessore all’Ambiente del Comune di Genova – è motivo di grande soddisfazione per l’Amministrazione Comunale, perché testimonia l’interesse del mondo scientifico verso la sostenibilità ambientale ed il consumo critico dell’acqua, i temi chiave della nostra iniziativa”.

“Il gruppo Iren è sponsor da ormai diversi anni del Festival della Scienza, con la realizzazione di laboratori per i bambini sul mondo dell’acqua – ha sottolineato Roberto Bazzano, presidente di Iren – Quest’anno la partnership si fa più forte e concreta: oltre che con la fornitura delle bottigliette, che sono un segnale concreto dell’attenzione all’ambiente da parte della nostra società, anche con la realizzazione di un ciclo di conferenze-eventi dedicati al mondo dell’acqua visto da prospettive diverse come la letteratura, la storia, la musica, e iniziative di educazione al gusto con gli assaggi d’acqua”.

“Il nostro paese – ha ricordato Riccardo Casale, presidente di Amiu – è tra i maggiori consumatori di acqua in bottiglia nel mondo. Gli italiani ogni anno bevono una media di 193 litri di acqua minerale. Un’abitudine che costa caro, sia al portafoglio che all’ambiente. L’80% dell’acqua è imbottigliata nella plastica e ogni anno bisogna smaltire circa 400mila tonnellate di contenitori in pet. Amiu – ha proseguito Casale – sta realizzando, con la collaborazione di tutta la comunità cittadina, una gestione dei rifiuti sempre più orientata al recupero e al riciclo. L’acqua del bronzino è una delle iniziative importanti per diminuire lo smaltimento in discarica, con un significativo risparmio economico e un miglioramento della qualità ambientale”.