Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, un ligure in Congo per formare nuovi infermieri e aiutare i bambini

Più informazioni su

Genova. L’infermiere Maurizio Papalia, il 7 novembre, partirà per la Repubblica Democratica del Congo e si occuperà della formazione degli infermieri locali a Zongo, nel cuore dell’Africa, a pochi chilometri da Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana, dove la mortalità neonatale è tra le più alte al mondo e 1 bambino su 5 muore prima dei 5 anni. Nell’area mancano totalmente strutture sanitarie in grado di fare fronte alla drammatica situazione sanitaria.

Il progetto prevede l’istallazione di centro chirurgico mobile, composto da otto container che, accorpati, danno vita ad una doppia sala operatoria e a una sala di terapia intensiva. Consentirà attività operatorie, radiologiche, di diagnostica e assistenza ai pazienti in condizioni simili a quelle di un moderno ospedale.

Si potranno trattare pazienti non trasportabili o che necessitano di interventi di emergenza e anche bambini con malformazioni operabili. La struttura, inoltre, sarà in grado di fronteggiare il soccorso sanitario d’emergenza e questo sarà un grande beneficio per una regione che è stata teatro, per 15 anni, di combattimenti tra diversi gruppi congolesi e stranieri, e tra questi e l’esercito nazionale.

L’allestimento dell’ospedale mobile chirurgico Pediatrico avverrà sul terreno messo a disposizione dalla Congregazione delle Figlie di San Giuseppe di Genoni di Zongo, partner locale di Soleterre, e prevede anche il potenziamento delle strutture del centro sanitario e della maternità della Congregazione con la costruzione di reparti di degenza, pediatria e maternità e alcuni elementi funzionali (cucina, refettorio, bagni, lavanderia, ecc.).

Per garantire gli interventi chirurgici e le visite alla popolazione di tutta l’area, sono previste anche tre missioni chirurgiche all’anno dall’Italia, che offriranno anche la possibilità ai medici e paramedici locali di accedere a corsi di formazione e riqualificazione professionale. La direzione sanitaria di tutto il progetto verrà gestita in collaborazione con Magic Amor Onlus.