Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, “No Smoking Be Happy”: viaggio nei polmoni di un fumatore

Più informazioni su

Genova. Nel tunnel multisensoriale “No Smoking Be Happy”, allestito dalla Fondazione Veronesi col patrocinio del Comune di Genova e della Regione Liguria, si potrà entrare direttamente nei polmoni e nel cuore di un fumatore.

L’iniziativa è stata presentata stamani presso l’Auditorium della Regione Liguria per informare sui danni del fumo. “Il futuro sta nella prevenzione, nel diminuire l’esposizione ai cancerogeni e puntare sulla diagnosi precoce e la ricerca – ha spiegato Giulia Veronesi, vicedirettore di chirurgia toracica all’Istituto europeo di oncologia e figlia del famoso oncologo – ci vuole lungimiranza anche da parte del governo”.

Gli adolescenti e i giovani italiani fumano di più dei loro coetanei europei: secondo un’indagine dell’Espas (European Survey Project on Alcohol and other Drug) nel 2007 fumavano il 37% dei giovani italiani contro il 29% nel resto dell’Europa.

“Le sigarette dovrebbero costare di più – ha detto Piergiorgio Zuccaro, dell’istituto superiore di sanità – vanno eliminate le pezzature da dieci sigarette e andrebbe vietato il fumo anche nelle aree limitrofe alle scuole, in corridoi, giardini e terrazze di pertinenza”.

Qualcuno tenta anche di smettere. “600 adulti, intorno ai 50 anni ogni anno frequentano il Centro antitabacco dell’Asl 3 – ha spiegato il responsabile Piero Clavario – a fronte però di 180 mila fumatori a Genova città (quasi 12 milioni in Italia)”. L’installazione multisensoriale, già esposta in sette piazze italiane, simula il flusso del fumo con del vapore bianco che passa in un filtro gigante per entrare poi nella bocca dove il visitatore aziona l’ugola per sentire un colpo di tosse con catarro. Si passa poi nella trachea e nel polmone per vedere in una proiezione video un tumore in un bronco e quindi osservare i rischi di infarto e ostruzioni coronariche nel cuore.