Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, la “Call & Call” chiuderà i battenti

Genova. Nell’incontro di questa mattina con Slc, Fist e Uilcom genovesi, la direzione di Call & Call ha confermato le anticipazioni che erano state date a livello nazionale: la sede di Genova sarà chiusa.

“Da una parte le regole di un mercato drogato da gare al ribasso, anche nella pubblica amministrazione e nelle controllate dagli enti locali, dall’altra scelte della Holding Call & Call, che hanno provocato la crescita di altri siti e la continua contrazione di Genova, sono le cause di questa situazione – spiegano i sindacati – 101 Lavoratrici, operatrici telefoniche specializzate in attività anche bancarie, finanziarie e di alta qualità perderanno il posto dopo anni di lavoro anche precario, sacrifici e grande impegno personale”.

“Anche Call & Call entra nel gioco della riduzione del costo del lavoro e sceglie di chiudere Genova, sede storica, dove i lavoratori sono tutti assunti a tempo indeterminato con regolare contratto delle telecomunicazioni per concentrarsi nelle sedi del sud dove incentivi e sgravi insieme a rapporti di lavoro precario e instabile consentono grandi risparmi – continuano – Ingdirect, Barclay, Findomestic, Diners, CUP, CaRiGe hanno sempre espresso la loro soddisfazione per la professionalità delle Lavoratrici di Call & Call Genova, ma ora non si fanno scrupoli a portare altrove le loro commesse in cambio di riduzione dei cost”.

“Nemmeno il sacrificio dei Lavoratori e la disponibilità dei sindacati ad utilizzare sei mesi di cassa integrazione in deroga dal mese di giugno sono serviti al rilancio del sito, alla riqualificazione e al mantenimento dei livelli occupazionali – concludono – Fin da subito parte la mobilitazione dei lavoratori con le assemblee e la richiesta di intervento a comune e regione per scongiurare i licenziamenti”.