Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, anche i baristi temono un possibile aumento del caffè

Più informazioni su

Genova. In tempi di crisi siamo preparati a fare i conti per qualsiasi tipo d’acquisto. Siamo consueti, ormai, a fare anche delle rinunce: si opta per una pizza invece che per un ristorante, ci si affida alla televisione invece di pagare 7 euro e 20 per andare al cinema, i concerti spesso non vengono neppure presi in considerazione, dato che il costo del biglietto spesso supera i 30 euro. C’è una cosa cui difficilmente si riesce a rinunciare, il caffè della mattina, talvolta carburante unico per cominciare a lavorare.

L’Ascaf però, tra le maggiori associazioni italiane nel commercio di caffè, lancia l’allarme: le manovre speculative in corso alle borse di Londra e New York e la difficoltà nei raccolti in alcuni paesi produttori, porteranno a un aumento dei listini L’estate è passata indenne e il prezzo del caffè non è ancora aumentato né ai supermercati né ai banconi dei bar.

Gli esercenti del centro di Genova generalmente offrono la tazzina di caffè intorno ai 90 centesimi. Alcune interviste effettuate in mattinata in diversi bar, pur non confermando esplicitamente le previsioni dell’Ascaf, fanno intravedere la possibilità di un aumento del prezzo del caffè nel giro di pochi mesi. Considerato che Genova e Savona rappresentano il primo polo del Mediterraneo per importazione del caffè, questo aumento dei prezzi rappresenta una beffa ulteriore.

Nei primi sei mesi dell’anno le importazioni di caffè in Italia sono cresciute del 2,5% sullo stesso periodo 2009, e nei primi quattro mesi la stima sui consumi apparenti ha fatto registrare un calo dell’1,6%. Forse qualcuno si è già rassegnato e già si prepara a rinunciare anche alla salvifica tazzina di caffè mattutina.