Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio, la Samp vince anche senza Cassano: Pazzo esce da una lunga astinenza

Genova. Da ieri non si fa altro che parlare di Cassano, ma la Sampdoria ha dimostrato che si può vincere anche senza Fantantonio. Nella partita di oggi al “Manuzzi”, infatti, i giocatori blucerchiati hanno sofferto la verve dei romagnoli ma nel finale Gianpaolo Pazzini ha colpito e si è sbloccato dopo una lunga astinenza.

Il Cesena, che ha conquistato solo un punto nelle ultime cinque partite, ha fame e si vede: gli uomini di Ficcadenti partono alla velocità della luce, mettono alle corde la Samp, soprattutto sulla sinistra con Nagatomo, imprendibile per Koman e Zauri.

Dopo un colpo di testa di poco alto di Appiah, che ha seguito numerose buone azioni e occasioni gol per il Cesena, inizia a farsi vedere anche la Samp: al 25′ Pazzini in area tocca indietro per Koman, l’ungherese calcia dal limite e sfiora il palo alla destra di Antonioli. Un minuto dopo Pozzi crossa sul secondo palo, Palombo fa da torre e Pazzini in scivolata manda a lato da due passi. Curci ancora protagonista al 29′, respingendo un violento destro di Nagatomo. La Samp, molto bassa, riesce a fatica a imbrigliare il Cesena e a non correre altri pericoli nell’ultimo quarto d’ora.

La ripresa riparte a ritmi elevati, nuovamente con il Cesena avanti e la Samp che si difende. Nell’ultimo quarto d’ora la squadra blucerchiata riesce ad alzare il baricentro e al 2′ dei tre minuti di recupero colpisce a sorpresa: contropiede, Marilungo affonda sulla desetra e mette al centro per Pazzini che, indisturbato, di piatto batte Antonioli.