Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio, Genoa: il Principe Milito torna al Ferraris

Genova. Dopo il pareggio della Sampdoria di domenica sera a San Siro, il test campioni d’Europa stasera
tocca al Genoa. L’allenamento di rifinitura di ieri non ha portato buone notizie alla compagine rossoblu, ai sei già fermi in infermeria (Jankovic, Kharja, Palacio, Palladino, Sculli e Veloso) si è aggiunto anche il giocatore ungherese Rudolf, che non ha recuperato dall’affaticamento muscolare partio nella partita contro il Catania.

Ma per una volta, forse i tifosi del Grifone sono stati più attenti alle convocazioni della squadra avversaria piuttosto che alla propria, e avranno avuto un sussulto nel vedere comparire il nome di Diego Milito, il Principe. L’argentino approdò al Genoa nel gennaio del 2004, due le stagioni in rossoblu: il campionato nel 2003-2004, 12 gol in 20 partite, e poi il campionato 2004-2005, in cui segna 21 reti in 39 presenze, portando il Genoa in serie A (promozione revocata per i ben noti fatti legati alla partita contro il Venezia).

In quell’estate si consuma il primo arrivederci di Diego alla Gradinata Nord. Si trasferisce a giocare nella Liga spagnola, sponda Real Saragozza, non senza grandi soddisfazioni, come i 4 gol rifilati al Real Madrid durante una semifinale di Coppa del Re. Ma il Principe e il Grifone non potevano stare troppo a lungo lontani, e così agli sgoccioli della sessione estiva del calciomercato, Milito ritorno al Genoa nella stagione 2008/2009, segnando il suo primo gol in maglia rossoblu nella massima serie il 14 settembre, su rigore, contro il Milan.

Un campionato da fenomeno per il Principe in rossoblu, 24 le reti complessivamente segnate, con l’indimenticabile tripletta del 3 maggio 2009 alla Sampdoria. Numeri così non potevano che attirare le brame e i desideri della grande squadra. A fine stagione Diego Milito viene acqusitato dall’Inter, e in un anno, semplicemente, vince tutto, segnando in qualsiasi campo, comprese le due reti nella finale di Champions League dello scorso maggio. Molti genoani non hanno potuto fare a meno di gioire a vedere la consueta faccia triste del Principe esultare sotto la curva assiepata dai tifosi interisti.

La certezza e il pensiero di tutti i tifosi rossoblu, guardandolo, era solo una:”Senza di lui avrebbero aspettato ben più di 45 anni”. Diego Milito ritorno a Marassi, è tra i convoncati di mister Benitez, che non si sbilancia ancora su un suo possibile impiego. La storia intrecciata tra il Genoa e Milito stasera dunque potrebbe avere un nuovo capitolo, il primo d’avversario sul prato del Ferraris. La Nord lo accoglierà con il solito calore. Lui risponderà con la solita faccia triste. Davvero triste, questa volta, non ne abbiamo dubbi.

Per comprare i tagliandi della partita e assistere così al ritorno di Milito al Ferraris, i botteghini dello stadio saranno aperti dalle 15 e chiuderanno alle 21 circa. Per tutta la giornata, i biglietti saranno acquistabili anche presso il Genoa Store di Largo XII Ottobre e nelle Ricevitorie Lottomatica.