Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bruna Ndiaye, Miss Muretto 2010: regina di Genova per una sera

Genova. Ospite d’eccezione al Palazzo della Borsa, in occasione della seconda serata di Stile artigiano 2010 – Settimana della Moda, Bellezza e Benessere, la bellissima Bruna Ndiaye, Miss Muretto 2010.
La manifestazione, iniziata con la sfilata dei bastoni da passeggio ,dove alcuni “personaggi di spicco” della vita cittadina hanno sfilato come vip, precedendo l’asta benefica a favore del Fondo Tumori e Leucemie del Bambino Onlus che opera a sostegno dell’ospedale pediatrico G.Gaslini, vede Bruna protagonista per la seconda serata con “Modella per una sera”, evento a cura dell’esperto di stile Cristiano Gatto.

“E’ molto emozionante tornare a Genova – spiega Bruna – Questa è la citta dove sono nata e tornarci da Miss Muretto è una bella emozione. Sono stata accolta molto bene, sono coccolata e questo mi rende tanto felice. Sto vivendo giorni molto intensi, sto incominciando piano piano ad abituarmi a questa nuova vita. Sono parecchio impegnata, molto seguita e sto cominciando a realizzare il mio sogno: quello di diventare una delle più grandi modelle, magari anche la nuova Naomi Campbell, perché no?”

Sa benissimo cosa vuole e dove vuole arrivare la modella 19enne, Genovese di origini senegalesi e residente a Brescia. La trionfatrice dell’edizione 2010 di Miss Muretto studia ancora per diventare pediatra: “Ora c’è gente che mi riconosce, mi fermano per la strada, chiedendomi se sia io Miss Muretto e, anche se sono una ragazza semplicissima, questo ti cambia la vita. E come se si fosse allargata la mia famiglia, ma rimangono comunque quelli che mi hanno voluto bene, quelli che mi sostengono e mia madre soprattutto. Non posso assolutamente concedermi vacanze, sono impegnata tutti i giorni tra la scuola e gli impegni di Miss Muretto”.

Bruna, quindi, si ritrova regina di Genova per una sera, indossando uno sgargiante vestito rosso dello stilista spezzino Giuseppe Giusso, ispirato ad uno dei fiori parlanti di Alice In Wonderland di Tim Barton e dando consigli ad alcune colleghe debuttanti: “Non mi sarei mai aspettata di essere la regina di Genova, però sono pronta e bella carica. Se le ragazze possono imparare qualcosa da me sono molto felice. Il mio consiglio è quello di credere sempre nei sogni, bisogna essere determinati”.