Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bilancio, Burlando al Governo: “Sanità, Fas e trasporto con i fondi del Milleproroghe”

Regione. “La settimana di riunioni istituzionali a Roma tra le Regioni si è conclusa con un rinvio perchè fare bilanci con i fondi tagliati dalla manovra è impossibile e avere altri soldi sembra esserlo altrettanto.” E’ quanto ha dichiarato il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando al termine della seduta di giunta del venerdì. “Gestire una Regione in questo quadro finanziario non si può: sarà pur vero che si possano fare alcune azioni di ricopertura di Bilancio Regionale ma non certo per cifre di questa entità. Passare da 220 a 70 milioni dopo i tagli attesi della finanziaria e garantire i servizi di prima è molto difficile. Il Bilancio che stiamo preparando va comunque fatto adesso: i capigruppo del consiglio hanno avuto un atteggiamento molto disponibile e hanno acconsentito che la sessione di bilancio fosse di 30 giorni e non di 45 per concluderlo in tempo.

Se il Governo acconsentirà a sbloccare i fondi Fas, gli investimenti in Sanità e a farsi carico in tutto o in parte del Tpl, ce la potremmo comunque fare – ha continuato Burlando – D’accordo con tutta la Giunta siamo contrari a istituire tasse di scopo: partecipare a uno sforzo di risanamento è giusto ma che le Regioni sopperiscano con le loro finanze a tagli per 5 miliardi è impossibile. La manovra finanziaria, così come è scritta attualmente, prevede che i tagli possano riguardare anche gli investimenti in Sanità, ma le Regioni chiedono al Governo di non toccare il comparto; anche sui Fas ci sono molti timori: abbiamo chiesto al ministro Fitto una risposta definitiva. Vorremmo anche mantenere la Liguria tra le Regioni che usano i Fas per gli investimenti e non per tappare i buchi, come proposto dall’articolo 6 del Patto di stabilità. E se la manovra non cambia anche il Trasporto Pubblico Locale andrà in fibrillazione a livello nazionale.”

Burlando ha poi concluso: “Le Regioni hanno chiesto al Governo di esaminare tre partite particolari: gli investimenti in Sanità, i fondi Fas, il Tpl e hanno proposto di attenuare la stretta finanziaria sulle loro finanze con i fondi disponibili del decreto Milleproroghe che, come riportato dalla stampa, ammonterebbero intorno ai 5/7 miliardi di euro” .