Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Basket, B d’Eccellenza: la speranza dell’NBA si spegne sul ferro

Genova. Reduce da due pesanti sconfitte, si temeva che la NBA Genova si presentasse a Costa Masnaga con il ruolo di vittima sacrificale. Così non è stato. Le genovesi, gravate dai cronici problemi di organico, hanno invece spaventato le lombarde, uscendo sconfitte di un solo punto.

Partita avvincente, che si decide all’ultimo respiro: il ferro sputa il tiro di Mandonico all’ultimo secondo e svanisce il possibile sorpasso che, tutto sommato, le ragazze di coach Vignati avrebbero anche meritato.

L’allenatore delle genovesi deve fare di necessità virtù, schierando fin dall’inizio Giorato ed una Mandonico non ancora pienamente recuperata dall’infortunio ma in grado di tenere il campo. I tre falli già accumulati da Erinna Marciano al termine del primo quarto complicano un po’ le rotazioni e Vignati non ha timore a fare ricorso, già dal secondo quarto, alla baby Lanari (classe 1994).

Al 15° l’aggancio a quota 25, all’intervallo è +1 (31 – 32) per le genovesi, che possono rammaricarsi per qualche buona occasione non capitalizzata nell’ultimo minuto. Dopo l’intervallo le ragazze di Vignati sembrano voler dare un’accelerazione alla partita, prima Turra poi due canestri consecutivi di Giorato portano al + 5 (33 – 38 al 21°), ma proprio per il pivot di Vignati si ripresenta il dolore al tendine d’Achille e la sua partita termina qui (12 di valutazione in 15 minuti).

Vignati è costretto ad “improvvisare”, la squadra fatica per qualche minuto e le lombarde ne approfittano, con un parziale di 13 -0 (46 – 38 al 27°) fino al massimo vantaggio del 29° (50 – 40). Scozzari scuote la squadra, che trova buone cose anche da Dalisia Marciano, classe 1993 (per lei 9 rimbalzi e 9 di valutazione finale) e da Flandi (9 rimbalzi e 12 di valutazione).

Al 35° è di nuovo parità (52 – 52), Costa Masnaga fatica quando in suo soccorso arriva una leggerezza di Erinna Marciano che, sostituita, sfoga la sua rabbia per un errore commesso dando un calcio ad una bottiglia. Inevitabile il fallo tecnico che produce ben 4 punti in pochi secondi alle padrone di casa, che ne avevano realizzati solo 3 nei precedenti 6 minuti. Il + 5 locale al 38° (61 – 56) sembra aver chiuso la partita, Turra con 4 punti consecutivi la riapre a 15 secondi dal termine.

Le genovesi non riescono a commettere fallo ma è il pressing di Scozzari ed Erinna Marciano (che nell’occasione rimedia una botta al ginocchio e deve uscire) a far recuperare la palla quando mancano solo 4 secondi al termine. Mandonico si costruisce un buon tiro, che gira sul ferro ed esce. Ci sarebbero, probabilmente, gli estremi per un fallo, con Costamasnaga in bonus e quindi due tiri liberi a tempo scaduto …ma sarebbe stata “troppa grazia”, in una partita in cui i tiri liberi a favore delle avversarie sono stati 23 contro i soli 7 delle genovesi, di cui 2 negli ultimi venti minuti….

“La mia valutazione non si fa condizionare dall’ultimo tiro – commenta il presidente Besana . Sono molto soddisfatto perché è stata, finalmente, un’ottima partita con un’intensità che vorrei vedere sempre dalle nostre ragazze. Spero che la sfortuna la smetta di occuparsi di noi, ma non vorrei che il tema diventasse stucchevole. Ci sono anche le nostre leggerezze, che a volte costano troppo, e qui la sfortuna non c’entra proprio”.

Lunedì, probabilmente, potrà ricominciare ad allenarsi Giovanna Canepa. E’ ferma da cinque settimane ed avrà bisogno sicuramente di tempo per recuperare appieno. Mandonico avrà un’altra settimana per aumentare la sua autonomia. Il loro apporto sarà sicuramente determinante per le ambizioni di una squadra che ha dato segni incoraggianti e può, forse, cominciare il “suo” campionato.

Il tabellino:
B&P Costa Masnaga – New Basket A-Zena Genova 61 – 60
(Parziali: 16 – 14, 31 – 32, 50 – 45)
B&P Costa Masnaga: Casartelli 4, Longoni 8, Molteni 11, Galli 5, Tagliabue 13, Gerosa 5, Rota, Viganò 4, Curti ne, Pozzi 11. All. Ranieri.
New Basket A-Zena Genova: Turra 12, Toncinich ne, Lanari, Bracco, Scozzari 9, Flandi 8, E. Marciano 8, Giorato 8, D. Marciano 7, Mandonico 8. All. Vignati.
Arbitri: Alessandro Beffumo (Milano) e Fabio Galbersanini (Samarate).

I risultati della 3° giornata, nella quale ci sono state 2 vittorie casalinghe e 3 esterne:
B&P Costa Masnaga – New Basket A-Zena Genova 61 – 60
Starlight Valmadrera – Gelfresco Savona 63 – 44
Basket Team Cantù – Stars Novara 59 – 67
Sabiana Vittuone – Azzurra Moncalieri 48 – 51
Pallacanestro Torino – Conad Cossato 45 – 61
ha riposato: Polysport Lavagna

La classifica del girone A1:
1° Conad Cossato 6
1° Starlight Valmadrera 6
3° Azzurra Moncalieri 4
4° Pallacanestro Torino 4
4° Stars Novara 4
6° Gelfresco Savona 2
6° Polysport Lavagna 2
8° B&P Costa Masnaga 2
9° New Basket A-Zena Genova 0
9° Basket Team Cantù 0
9° Sabiana Vittuone 0
Azzurra Moncalieri, Gelfresco Savona e Polysport Lavagna hanno giocato una partita in meno

Sabato 30 ottobre alle 20,30 al Paladonbosco la NBA Genova riceverà la Pallacanestro Torino. In contemporanea, a Lavagna, sfida tra le locali e la Conad Cossato.