Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Alluvione, firmata l’ordinanza: vertice per la ripartizione dei fondi

Regione. E’ stata firmata dal presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, l’ordinanza di protezione civile relativa ai danni provocati dall’alluvione che ha colpito le province di Genova e Savona, in particolare per il genovese, l’area di Sestri Ponente. Il documento, firmato in sede di Consiglio dei Ministri, prevede quanto concordato tra il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, e il Presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, il quale, con l’entrata in vigore della norma, assumerà ufficialmente il ruolo di commissario straordinario.

10 mln di euro è la cifra stanziata come prima tranche di risorse da destinare per gli interventi di somma urgenza. Il 70% sarà destinato per la parte pubblica riguardante le opere da mettere in cantiere sul territorio, l’altro 30% sarà invece a disposizione ai privati colpiti dall’alluvione. Entro questa settimana è previsto il termine ultimo per la parte pubblica sulla quantificazione dei danni subiti.

“Vedremo ora nel dettaglio i contenuti dell’ordinanza – afferma il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando -. C’è da vedere la parte riguardante possibili misure fiscali, invece per le deroghe al Patto di Stabilità relative alle capacità di spesa degli enti locali si dovrà ancora attendere un parere del Ministero competente. Per la settimana prossima incontreremo Provincia, Comuni e le stesse attività produttive per arrivare assieme a delineare la ripartizione dei fondi”.

“E’ una buona notizia che ci permette di partire con gli interventi urgenti – sottolinea l’assessore regionale all’ambiente Renata Briano -. Nel corso della riunione della prossima settimana faremo una analisi completa dei dati e cominceremo a stabilire come distribuire queste risorse, nell’ambito di un accordo tra gli enti locali. Certo è un primo passo, serviranno altri finanziamenti per completare la ricostruzione delle zone colpite” conclude l’assessore regionale.