Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...
Savona ospita la "prima" del film “Lo strano caso della maestra scomparsa”

Vent’anni di Genova Film Festival tra Ducale, Meridiana e Altrove

14/12 » 17/12/17

EVENTO GRATUITO
: Palazzo Ducale Palazzo Ducale, Piazza Giacomo Matteotti, Genova, GE, Italia - Inizio ore orari diversi

Attenzione l'evento è già trascorso

Genova. Da giovedì 14 a domenica 17 dicembre avrà luogo una Preview del Genova Film Festival 2018, dislocata in tre diverse sedi cittadine: Palazzo Ducale, Palazzo della Meridiana e Altrove – Teatro della Maddalena. “Vent’anni di Genova Film Festival” quattro giorni per ripercorrere la storia delle kermesse genovese, manifestazione cinematografica nata nel 1998, organizzata dall’Associazione Culturale Daunbailò e diretta da Cristiano Palozzi. Il programma, a ingresso libero, prevede incontri con autori, registi e critici, proiezioni in anteprima di opere nazionali e internazionali, presentazioni editoriali, momenti di formazione rivolti all’industria cineaudiovisiva e anticipazioni sulla XX edizione del Genova Film Festival, prevista nel 2018. Tra gli ospiti Oreste De Fornari, Leslie Tai, Filippo Casaccia, Antonio Ornano, Simone Pieranni, Andrea Ferraris, Renato Chiocca, Jacopo Chessa, Alessandra Pastore. La kermesse è organizzata con la collaborazione, il sostegno e il coinvolgimento diretto di partner come: Regione Liguria, Ministero dei Beni e Attività Culturali e del Turismo, Comune di Genova, Palazzo Ducale – Fondazione per la Cultura, Palazzo della Meridiana, Bogliasco Foundation, Centro Nazionale del Cortometraggio, LAND – Local Audiovisual Network & Development, Università di Genova.

L’evento “Vent’anni di Genova Film Festival” è diviso in tre filoni principali: “Genova Film Festival, tra storia e futuro”, “Unconventional Cinema” e “Il Cinema e le Arti”.

“Genova Film Festival, tra storia e futuro” è concepito come un ritratto della kermesse, in cui si ripercorrono le principali tappe del suo sviluppo e del suo ruolo come ideatore di altre manifestazioni quali “X_Science: Cinema fra Scienza e Fantascienza”, “FIDRA – Festival Internazionale del Reportage Ambientale”, “Ecuador Festival: Cinema.Arte.Cultura”, la sezione cinematografica de “La Storia in Piazza”, che hanno ottenuto particolare successo nel gradimento del pubblico. Per non parlare di “Ingrandimenti”, sezione curata da Oreste De Fornari con lo scopo di creare nuovi spazi di valorizzazione del cinema italiano e della sua storia. Oreste De Fornari ne parlerà domenica 17 dicembre, dalle ore 16 al Palazzo della Meridiana (salita San Francesco 4, tel. 010 2541996), rievocando anche attraverso proiezioni i suoi incontri con personaggi come Luc Moullet, Enrico Vanzina, Ugo Gregoretti, Pappi Corsicato, Paolo Virzì, Stefano Sollima, Pupi Avati, Giuseppe Piccioni, Lando Buzzanca, Luigi Lo Cascio. Inoltre, sempre tra parole e immagini, nel corso del pomeriggio si ripercorreranno con proiezioni e l’intervento di rappresentanti dell’Università di Genova momenti del festival “X_Science: Cinema tra Scienza e Fantascienza”.

Per volgere uno sguardo al futuro, verrà presentato il bando del concorso nazionale per cortometraggi e documentari. Il Concorso Nazionale del Genova Film Festival ogni anno conta dalle 300 alle 600 opere partecipanti ed è considerato uno dei più importanti del settore. Oltre 6000 opere costituiscono l’Archivio del Genova Film Festival, di libera e pubblica consultazione, utilizzato per rassegne in Italia e all’estero.

Durante la quattro giorni verrà inoltre presentato alla città il progetto proposto alle istituzioni liguri Vittorio Storaro a Genova, che prevede una grande mostra dedicata al lavoro del pluripremiato maestro (vincitore tra l’altro di tre Premi Oscar per Apocalypse Now, L’ultimo imperatore e Reds), una master class sulla direzione della fotografia che lo vede protagonista come docente di eccezione, una retrospettiva dei suoi più importanti lavori e il progetto di illuminazione di un luogo simbolo del territorio.

Si parlerà inoltre della rassegna sul cinema tunisino prevista per il 2018 con la collaborazione della Cineteca Tunisina.

Unconventional Cinema” è concepito come uno spazio per riflettere su modalità differenti e non convenzionali di fare cinema e parlare di cinema. L’ospite d’onore di questa sezione è la regista statunitense di origine cinese Leslie Tai che incontrerà il pubblico Domenica 17 dicembre alle ore 21 all’Altrove – Teatro della Maddalena (piazza Cambiaso 1). I suoi film (presentati in quest’occasione in anteprima nazionale) sono stati selezionati e presentati da prestigiose istituzioni culturali internazionali come il MoMA di New York e in alcuni dei più importanti festival del mondo come il Tribeca Film Festival (Usa), Visions du Réel (Svizzera), l’Idfa (International Documentary Film Festival di Amsterdam), Festival International de Programmes Audiovisuels di Biarritz (Francia). Il suo ultimo lavoro How to Have an American Baby, ancora in fase di sviluppo, è stato selezionato e sovvenzionato anche dal Tribeca Film Institute e affronta il tema sempre più attuale e controverso del “turismo delle nascite”: molte donne cinesi, soprattutto della classe media benestante, si recano negli Stati Uniti per partorire, così che i loro figli possano ottenere il passaporto statunitense. Questo progetto verrà presentato, in collaborazione con Bogliasco Foundation, proprio da Leslie Tai durante la rassegna che prevede la proiezione anche di altri film dell’autrice.

Della seconda sezione fa parte anche la figura poliedrica di Filippo Casaccia (noto anche con lo pseudonimo di Dziga Cacace), autore televisivo (Le Iene, MasterChef, Gialappa’s Band), critico cinematografico e musicale («Carmilla on line», «Rolling Stone»), scrittore per il cinema (Fame chimica). Recentemente ha pubblicato il libro Divine divane visioni: guida non convenzionale al cinema (Odoya Edizioni), con la prefazione del direttore di Film Tv Mauro Gervasini e la postfazione di Giorgio Gherarducci della Gialappa’s Band. Ne parlerà sabato 16 dicembre alle ore 16,30 nella Sala Liguria di Palazzo Ducale (piazza Matteotti), insieme a Cristiano Palozzi, direttore del Genova Film Festival, all’attore Antonio Ornano e al giornalista e scrittore Simone Pieranni. Nel corso dell’incontro saranno analizzati i processi di creazione e sviluppo di un programma TV, si parlerà di come le serie televisive hanno cambiato la percezione e l’immaginario cinematografico e di cosa significa fare critica cinematografica in modo non convenzionale.

Inoltre, venerdì 15 dicembre alle ore 21 nella Sala Liguria di Palazzo Ducale, saranno proiettati alcuni videosaggi sul cinema italiano che fanno parte di “Video essay: a new way to see”, progetto realizzato dall’associazione Filmidee e finanziato dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “ORA! Linguaggi Contemporanei e Produzioni Innovative” e realizzato con la collaborazione dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema. Alcuni dei temi trattati dai videosaggi sono: la modernità degli sconfitti in Luigi Comencini, le partiture visive di Franco Piavoli, i film militanti romani, la disperazione vitale del cinema di Claudio Caligari, l’immaginario macabro nella comicità di Totò, l’immaginario raccapricciante nei gialli di Francesco Barilli, lo sperimentalismo visivo e l’umorismo sofisticato di Maurizio Nichetti, lo sguardo satirico e grottesco di Lina Wertmüller. I video saranno presentati da Marco Longo, critico, filmaker e caporedattore del trimestrale online Filmidee.

La terza e ultima sezione, “Il Cinema e le Arti”, è dedicata alla multidisciplinarietà, quindi all’intreccio tra la settima arte e le altre discipline creative. Per esempio il fumetto. Domenica 17 dicembre, alle ore 16, al Palazzo della Meridiana (salita San Francesco 4, tel. 010 2541996), il disegnatore Andrea Ferraris, nota firma Walt Disney, insieme al regista Renato Chiocca presenteranno La cicatrice (Oblomov Edizioni), iniziativa editoriale tra graphic novel e reportage documentaristico. Il progetto, appena presentato con successo a Lucca Comics, prende corpo dalle esperienze dirette fatte dai due autori durante il loro viaggio in Messico alla ricerca di storie di vita e suggestioni narrative legate al muro di separazione con gli Usa. Durante la rassegna genovese per la prima volta in Italia verranno proiettate e presentate dai due autori le immagini raccolte in Messico la scorsa estate, che daranno vita ad un evento che è stato concepito come momento di formazione, informazione e riflessione artistica. All’incontro partecipa il critico e storico dell’immagine Ferruccio Giromini.

Altro spazio è dedicato alla videodanza venerdì 15 dicembre, alle ore 21, nella Sala Liguria di Palazzo Ducale, con proiezione di opere scelte in collaborazione con il Festival internazionale FuoriFormato – Danza, videodanza, performance.

Inoltre, durante la serata di venerdì 15 dicembre, l’animatore e producer Jacopo Martinoni, la ceramista Cristina Cambiganu e il regista Cristiano Palozzi illustreranno il progetto “Keramotion: Ceramica+Cinema d’Animazione”, selezionato dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito dei sostegni ai linguaggi espressivi contemporanei. Il progetto consiste nella realizzazione di un film di animazione dove i fotogrammi tradizionali saranno costituiti da piastrelle. Le ceramiche, che verranno appositamente create e dipinte seguendo lo storyboard del film, saranno poi installate lungo un muro nel cuore del centro storico cittadino e messe in sequenza per una lunghezza di oltre 100 metri, componendo così un’installazione permanente che andrà ad arricchire lo spazio urbano. Il fruitore, passeggiando negli spazi selezionati, potrà così visionare i fotogrammi del film su ceramica e, attraverso un QR Code dedicato, leggibile da un qualsiasi smartphone, godere del film nella sua interezza. Di tutto il progetto verrà girato un documentario (anche questo visibile grazie ad un QR Code) quale making of dell’intero sviluppo dell’opera, dalla sua genesi all’installazione, ulteriore interazione e prodotto artistico che verrà realizzato da Bonsai Film – Events & Filmaking. La sezione “Il Cinema e le Arti” è realizzata in stretta collaborazione con l’Associazione Culturale Arti, Luoghi e Visioni.

L’intera manifestazione comprende momenti dedicati agli addetti ai lavori e aperti al pubblico. Tra questi, l’incontro con il Centro Nazionale del Cortometraggio (giovedì 14 dicembre, ore 18, Sala Liguria di Palazzo Ducale), a cui partecipano Jacopo Chessa, direttore del Centro Nazionale del Cortometraggio e Cristiano Palozzi, direttore del GFF dove si presenterà anche l’Italian Short Films Video Library, strumento di promozione, realizzato dal CNC in collaborazione con l’Istituto Luce-Cinecittà, con il sostegno della Compagnia di San Paolo. Ma anche con LAND – Local Audiovisual Network & Development, progetto di network, formazione e sviluppo dei professionisti dell’audiovisivo. Attraverso attività quali incontri di network, delegazioni a mercati, sostegno agli autori e corsi di formazione mirati, LAND mira a sviluppare il comparto cinematografico in regione, con l’obiettivo di farlo crescere, renderlo competitivo e farne un interlocutore credibile per l’industria audiovisiva italiana ed internazionale. La direttrice Alessandra Pastore (coordinatrice del programma europeo per produttori MAIA Workshops sostenuto da Creative Europe MEDIA), incontrerà il pubblico domenica 17 dicembre, ore 21, all’Altrove – Teatro della Maddalena.

Tutto il programma aggiornato e i relativi approfondimenti sono disponibili su www.genovafilmfestival.org
Programma

Giovedì 14 dicembre

Palazzo Ducale (piazza Matteotti), Sala Liguria, ore 18

FORMAZIONE, incontro con Jacopo Chessa (direttore del Centro Nazionale del Cortometraggio) e con Cristiano Palozzi (direttore del Genova Film Festival). Incontro per addetti ai lavori aperto al pubblico
Venerdì 15 dicembre

Palazzo Ducale (piazza Matteotti), Sala Liguria, ore 21

IL CINEMA E LE ARTI, proiezione di opere di videodanza (con ospiti) e presentazione del progetto “Keramotion: Ceramica+Cinema d’Animazione” con Jacopo Martinoni (animatore e producer), Cristina Cambiganu (ceramista) e Cristiano Palozzi (regista)

UNCONVENTIONAL CINEMA, proiezione dei videosaggi “Video Essay: a New Way to see” con Marco Longo (critico e filmaker)

Sabato 16 dicembre

Palazzo Ducale (piazza Matteotti), Sala Liguria, ore 16.30

UNCONVENTIONAL CINEMA, incontro sulla figura dell’autore televisivo e presentazione del libro Divine Divane Visioni: guida non convenzionale al cinema di Filippo Casaccia (Odoya Edizioni) con Fillippo Casaccia, Antonio Ornano (attore), Cristiano Palozzi (direttore del GFF) e Simone Pieranni (giornalista e scrittore)
Domenica 17 dicembre

Palazzo della Meridiana (salita San Francesco 4, tel. 010 2541996), ore 16:

GFF TRA STORIA E FUTURO, incontro con Oreste de Fornari e proiezioni su “Ingrandimenti”

GFF TRA STORIA E FUTURO, proiezioni e incontro con rappresentanti dell’Università di Genova su “X_Science: Cinema tra Scienza e Fantascienza”

IL CINEMA E LE ARTI, presentazione della graphic novel La cicatrice (Oblomov Edizioni) con gli autori Andrea Ferraris (fumettista) e Renato Chiocca (regista)
Altrove – Teatro della Maddalena (piazza Cambiaso 1), ore 21:

UNCONVENTIONAL CINEMA, incontro con la regista Leslie Tai e proiezione delle sue opere

GFF TRA STORIA E FUTURO, rassegna sui vent’anni del GFF con proiezioni e incontri con i registi

FORMAZIONE, incontro con Alessandra Pastore (direttrice di LAND)

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!