Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...
Ibeyi

Ibeyi, le gemelle della musica al Mojotic Festival

06/07

EVENTO A PAGAMENTO
: - Inizio ore 21.00

Sestri Levante. Ibeyi (si pronuncia ibeì) significa “gemelle” nella cultura Yoruba di Lisa-Kainde e Naomi Diaz. L’album omonimo, prodotto da Richard Russell (XL Recordings), è la storia di due sorelle: la loro relazione, le loro origini, la loro storia condivisa e la loro “chimica musicale”. Le loro radici si riflettono nella natura poliglotta dei testi scritti in inglese, francese e yoruba e nella musica stessa dove si combinano canti rituali, sintetizzatori e campionamenti, voci jazz sostenute da quel particolare mistero che avvolge artisti come Bjork e Fever Ray. Tradizionale e moderno insieme.

Ibeyi sono ospiti del Mojotic Festival di Sestri Levante il 6 luglio all’arena Conchiglia. Inizio alle 21. Biglietti a 16 euro.

Questo suono cosmopolita è il veicolo perfetto per raccontare storie intime e personali.

“Questo album racconta dell’amore e della famiglia e poi di persone che non ci sono più”. Lisa e Naomi.

Lisa-Kainde e Naomi (la più anziana per due minuti di differenza) sono nate a Parigi ma cresciute a Cuba per i primi due anni di vita. Il loro padre era Miguel “Anga” Diaz, percussionista dei Buena Vista Social Club, spesso definito come il più grande suonatore di conga della sua generazione.

Il proprietario della XL Recordings nonchè produttore di fama Richard Russell ha scoperto Ibeyi attraverso YouTube guardando il video di Mama Says. Le ha subito invitate a Londra per capire come e se proseguire il lavoro insieme. Al loro secondo incontro Lisa e Maya portano 20 canzoni. Lisa-Kainde alle melodie e testi e Naomi alle percussioni (cajòn e batà) e arrangiamenti. Dopo un ascolto approfondito decidono di lavorare insieme e di aggiungere a quelle stesse canzoni delle basi elettroniche.

Nel disco si possono ascoltare diversi canti Yoruba da loro scoperti durante le cerimonie di Santeria. La cultura Yoruba ha viaggiato insieme alle navi di schiavi dalla Nigeria e dal Benin fino a Cuba e al Brasile e poco conosciuta in Europa.

“Siamo cresciute in due mondi diversi e volevamo unirli “ dice Naomi, “è un modo per noi di far conoscere canti che nessuno ha mai ascoltato e che altrimenti andrebbero persi. Noi mischiamo sempre tutte le musiche e influenze che abbiamo e la gente spesso pensa sia strano ma è il nostro modo. Nessuno è solo una cosa. Noi diciamo di fare contemporary negro spirituals.”

Ibeyi è anche un ibrido a livello personale, la combinazione di due personalità molto diverse. Il dinamismo della musica nasce dal contrasto tra le due gemelle, il cui rapporto è cresciuto e si è trasformato lavorando insieme.

“Se funzioniamo è perché comunichiamo attraverso la musica e se il nostro rapporto è meglio che in passato è perché oggi noi siamo Ibeyi”.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!