Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...
sinagoga ebraica

Genova capofila della XIX Giornata Europea della Cultura Ebraica

14/10/18

EVENTO GRATUITO
:
  • info@cegenova.it
  • Tel. 0108391513

Attenzione l'evento è già trascorso

Domenica 14 ottobre 2018 torna la Giornata Europea della Cultura Ebraica, manifestazione che invita a conoscere e approfondire storia, tradizioni e cultura degli ebrei, minoranza presente nel Paese da oltre duemila anni. Coordinata e promossa in Italia dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e giunta alla diciannovesima edizione, la Giornata propone anche quest’anno un fitto programma di iniziative, che avranno luogo in 87 località diffuse in 15 regioni, da nord a sud alle isole.

Un tema inedito farà da fil rouge tra tutti gli eventi: “Storytelling. Le storie siamo noi”. Un richiamo alle radici stesse dell’ebraismo, che affondano nelle “storie” narrate nella Torah, la Bibbia ebraica, patrimonio di tutta l’umanità.

Città capofila, e luogo dove si inaugura ufficialmente la manifestazione, è quest’anno Genova. Una scelta avvenuta prima dell’estate e della tragedia del crollo del Ponte Morandi, e che è stata confermata, dopo un attento confronto con le autorità locali, nell’intenzione di lanciare un messaggio positivo, di fiducia e speranza.

“C’è un significato speciale nella decisione di confermare Genova quale città capofila della prossima Giornata Europea della Cultura Ebraica – dichiara Noemi Di Segni, presidente dell’Unione Comunità Ebraiche Italiane – Dal capoluogo ligure, verso cui saranno concentrati i nostri massimi sforzi, ad essere lanciato è un messaggio che vogliamo rivolgere all’insieme del paese”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Ariel Dello Strologo, Presidente della Comunità Ebraica di Genova, che ha dichiarato: “Sarà un ulteriore segnale della generale volontà dei genovesi di reagire, costruttivamente, alla tragedia che ci ha colpito quest’estate, con iniziative e progetti che confermino la vitalità di una città che non vuole dichiararsi sconfitta. La manifestazione sarà anche l’occasione per l’ebraismo italiano di portare solidarietà alle famiglie di coloro che hanno subito direttamente le conseguenze della tragedia, e per un momento di preghiera in ricordo di chi ha perso la vita in quelle drammatiche circostanze”.

Un’anteprima della Giornata si terrà la sera di sabato 13 ottobre, presso la Sinagoga di via Bertora 6. Alle 20.30, dopo l’Avdalah (cerimonia per la fine dello Shabbat, il sabato ebraico), andrà in scena lo spettacolo “Il Bignami di Mosè. La storia delle tradizioni orali e musicali del popolo ebraico”, di e con l’attore e cantante Eyal Lerner, accompagnato da Julio Fortunato alla fisarmonica e dal coro Shlomot.

Domenica 14 ottobre, alle 10.00, avrà luogo l’inaugurazione ufficiale della Giornata Europea della Cultura Ebraica, nella Sinagoga di Via Bertora, 6. La giornata inizierà con un momento di preghiera in ricordo delle vittime della tragedia del ponte Morandi. Seguiranno i saluti delle autorità. Alle 10.45, orazione ufficiale di Rav Benedetto Carucci Viterbi, Docente di Esegesi Biblica e Letteratura Rabbinica: “Raccontare per vivere. Raccontare è vivere”. Alle 11.30, incontro con Andrée Ruth Shammah, regista teatrale e direttrice del Teatro Franco Parenti di Milano, intervistata dall’attrice e regista Miriam Camerini.

Alle 15.00, presso il Museo Ebraico di Genova (via Bertora 6), inaugurazione della mostra “La razza nemica”, proveniente dal Museo della Shoah di Roma, in occasione dell’ottantesimo anniversario dalla promulgazione delle leggi antiebraiche del 1938. Dopo i saluti dell’artista Danièle Sulewic e del presidente del Festival della Scienza di Genova Marco Pallavicini, intervengono il presidente della Fondazione Museo della Shoah di Roma Mario Venezia e il curatore della mostra Marcello Pezzetti.

Si prosegue nella Sinagoga di Genova, alle ore 16.00, con una tavola rotonda su “Letteratura ebraica tra tradizione, modernità e lingua”. Intervengono Laura Salmon, Shaul Bassi, Sarah Kaminski. Modera David Bidussa. Alle 18.15, intervento del Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Genova Rav Giuseppe Momigliano: “Adam – Adamo, David, Messia”. Fili nascosti e intrecci sorprendenti di un racconto che parte da lontano e guarda lontano. Durante gli incontri di approfondimento, intervalli con letture di brani della tradizione ebraica a cura di Pietro Fabbri.

Nel corso della giornata, nella Sinagoga, letture di storie bibliche per bambini e una piccola fiera del libro ebraico e di opere di Emanuele Luzzati. La manifestazione si chiude alle ore 20.30 al Teatro della Tosse (piazza Renato Negri, 6), con lo spettacolo “Il violinista sul tetto – Fiddler on the roof”, storico musical composto da Jerry Bock su libretto di Sheldon Harnick e Joseph Stein, ambientato in un immaginario villaggio ebraico della Russia zarista, tratto dai racconti di Sholem Aleichem. Un classico del teatro ebraico-americano, originariamente diretto e coreografato a New York da Jerome Robbins, messo in scena a Genova – per speciale concessione del produttore Arnold Perl – dalla compagnia teatrale “Gli amici di Jachy”, con la regia di Paolo Pignero. Questa produzione amatoriale è presentata grazie alla licenza speciale concessa da Music Theatre International (Europe), che ha anche fornito i materiali autorizzati.

Genova capofila Giornata Europea Cultura Ebraica 2018

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!