Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...
Enrico Pieranunzi

A Genova si celebra la giornata internazionale del jazz, concerti e iniziative tra il 29 e il 30 aprile

29/04 » 30/04

EVENTO GRATUITO
: - Inizio ore 21.00 - Fine ore 23.00

Genova. Per il secondo anno consecutivo, sabato 30 aprile, il Museo del Jazz “G. Dagnino”, Top1 Communication onlus organizzazione di concerti ed eventi, Louisiana e Count Basie jazz club, si uniscono per celebrare la Giornata internazionale del jazz indetta dall’Unesco.

Una manifestazione che già l’anno scorso ha riscosso grande successo, interesse e curiosità e che rinsalda il legame tra il jazz e Genova, città storica del jazz europeo: proprio dal porto partivano le navi che trasportavano gli emigranti italiani oltre oceano, che furono decisivi nelle prime generazioni di jazzisti a New Orleans.

Il programma in sintesi dell’ “International Jazz Day 2016 – Genova” prevede l’apertura della giornata, con la jam session al Louisiana Jazz Club (venerdì 29 aprile ore 21.00); attività didattiche (10-12) ed esibizioni (14.30-19.30) durante tutta la giornata di sabato 30 aprile nella sala del Munizioniere di Palazzo Ducale; l’evento clou all’Auditorium del Teatro Carlo Felice di Genova con la performance in piano solo di Enrico Pieranunzi (ore 21.30) e a concludere la jam session al Count Basie.

Nello specifico, la mattina di sabato 30 aprile (dalle 10 alle 12), nella sala del Munizioniere di Palazzo Ducale, si svolgerà un incontro con gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori. Nell’arco delle due ore, saranno proiettati video storici sulla storia del jazz e sarà tenuta una lezione introduttiva al jazz dal presidente del Museo del Jazz Giorgio Lombardi e dal giornalista Guido Festinese.

Nella stessa sala, nel pomeriggio dalle 14.30 alle 19.30 con ingresso libero, si susseguiranno molti artisti del panorama jazzistico locale e nazionale: Gruppo Jazz Liceo Musicale Pertini, Gruppo Allievi del Conservatorio, Louisiana Blues Trio (Marco Battelli al contrabbasso, Marco Mazzoli al pianoforte, voce e tastiere, Tassilo Von Burckard alla batteria), Gypsy Troyka di Renzo Luise, Sestetto Cattaneo-Capurro-Tolomelli, Duo Simon & Phillips, Loneliest Vocal Ensemble di Betty Ilariucci,  e ancora Paolo Recchia – Marco Bianchi – Alessandro Florio – Alberto Malnati – Filippo Valnegri Top1 Jazz Ensemble e  Buddy Bolden Legacy Band.

Tra i vari artisti, la performance delle ore 18 di Paolo Recchia (sax), Alessandro Florio (chitarra), Alberto Malnati (contrabbasso), Marco Bianchi (vibrafono) e Filippo Valnegri (batteria). Musicisti con percorsi professionali internazionali che incrociano le proprie strade e i propri progetti da solisti per dare vita ad un set di grande jazz, proponendo standard della tradizione internazionale. Il tutto all’insegna dell’interplay, dell’improvvisazione e dell’energia sonora.

Alle 19 salirà sul palco invece la formazione genovese “The Buddy bolden legacy quintet” guidata da Alberto Malnati al contrabbasso e alla voce, Stefano Guazzo al sax soprano e al clarinetto, Roberto Colombo alla chitarra, Fabrizio Cattaneo alla tromba e Egidio Colombo al Banjo.

Dulcis in fundo, protagonista del concerto di chiusura della seconda edizione dell’International Jazz Day 2016 a Genova, all’Auditorium E. Montale alle 21.30 è il pianista, compositore e arrangiatore Enrico Pieranunzi, tra i più noti ed apprezzati nomi della scena jazzistica internazionale. All’attività nel campo delle “note blu” Pieranunzi ha spesso alternato sostanziose incursioni nel mondo delle note classiche, com’è successo ad esempio nella rilettura del 2008 di opere di Scarlatti, “Pieranunzi Plays  On Domenico Scarlatti” (Cam Jazz).

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!