Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Sampdoria torna alla vittoria, Spal raggiunta e sorpassata 2-1 risultati fotogallery

Alla rete "regalata" a Paloschi rispondono Linetty e Defrel

Genova. Una partita controllata praticamente per 90 minuti, con un’incertezza di Audero nel primo tempo che avrebbe potuto essere il preludio di un “film” diverso per il posticipo della settima giornata contro la Spal.

La Sampdoria torna alla vittoria in casa dopo il pareggio con la Fiorentina e la sconfitta con l’Inter e raggiunge la Roma a quota 11 punti grazie a una perla di Linetty e una rete di Defrel propiziata dal gran lavoro di Quagliarella. Lo svantaggio subìto al 21′ non scompone la squadra, che recupera nel primo tempo, mette la freccia e sorpassa nel secondo, dando prova di grande solidità anche mentale.

Primo tempo, svantaggio a sorpresa e pareggio stupendo

Giampaolo propone Praet trequartista, Tonelli torna in mezzo alla difesa, Linetty è l’esterno sinistro a centrocampo.

Blucerchiati che partono bene, con Gomis subito impegnato da Barreto su cross di Defrel e primo corner per la squadra di casa (3′). Samp che fa parecchio possesso palla alla ricerca degli spazi, per scardinare il folto centrocampo schierato da Semplici (3-5-2). Il palleggio riesce bene in fase offensiva e al 12′ c’è solo uno spazio di troppo a impedire di esultare per la rete di Quagliarella, che finalizza l’azione di Barreto e Defrel, annullata per offside dopo un check del Var (12′).

La Spal cresce e la difesa doriana rintuzza: deviato in angolo un colpo di testa di Valoti (17′), ma la retroguardia, Audero in primis, si fa sorprendere dal tiro di Lazzari al 21′: il portiere non trattiene e Paloschi è il più lesto di tutti a raggiungere il pallone per insaccare lo 0-1 a sorpresa.

La partita potrebbe complicarsi e parecchio, ma la Samp la raddrizza subito grazie a un’azione da manuale del calcio 4 minuti dopo: lancio di Andersen, stop elegante con l’esterno di Defrel che si libera così dell’avversario e crossa, sponda di testa di Quagliarella e sinistro al volo di Linetty che si infila nell’angolino alla destra di Gomis: 1-1.

Il primo tempo scivola via con qualche fallo di troppo e poche occasioni da gol.

Secondo tempo, il sorpasso

Si ricomincia senza cambi e più o meno con la stessa trama della prima frazione: la Samp che gioca, la Spal che si difende e prova a uscire in ripartenza, ma senza troppa convinzione.

Comincia un duello Quagliarella-Gomis, l’attaccante blucerchiato ci prova in un paio di occasioni, ma senza pungere come al solito. Al 10′ la Sampdoria reclama un calcio di rigore per un tocco di Cionek con il braccio in area, La Penna consulta i colleghi al var e lascia correre, la palla aveva toccato la spalla del difensore.

Quagliarella, visto che non riesce a segnare, si trasforma in assist-man per il vantaggio doriano: tiro, respinta di Gomis, passaggio in mezzo per Defrel che comodamente appoggia in rete sotto la Sud.

Dentro Missiroli per il già ammonito Everton Luiz e Caprari per ridare un po’ di fiato a Defrel. Abbassare la guardia non è una buona idea: Petagna scarta un paio di avversari penetrando centralmente e angola il tiro, trovando un Audero questa volta pronto in tuffo (68′).

Spazio anche per Kownacki al posto di Quagliarella.

La Samp tenta di controllare il risultato, ma sino all’ultimo la Spal dimostra di sapersi rendere periolosa anche solo con una fimmata: è ancora Petagna a far alzare il voto in pagella di Audero; il giovane portiere, dopo la partenza disastrosa, è riuscito a recuperare alla grande: stop di petto in area dell’attaccante e tiro al volo parato con sicurezza e tempestività all’81’.

Finale con qualche sofferenza di troppo: Spal che spinge per raggiungere il pareggio, trovando comunque l’opposizione doriana.

Fischio finale liberatorio dopo 5 minuti di recupero.

Sampdoria-Spal 2-1

Reti: 21′ Paloschi; 25′ Linetty; 60′ Defrel

Sampdoria: Audero, Bereszynski, Tonelli, Andersen, Murru, Barreto, Ekdal, Linetty (83′ Jankto), Praet, Quagliarella (76′ Kownacki), Defrel (66′ Caprari).

A disposizione: Cabral, Belec, Vieira, Sala, Ramirez, Colley, Tavares, Ferrari, Rolando.

Allenatore: Giampaolo

Spal: Gomis, Cionek, Djourou, Felipe, Lazzari, Everton Luiz (65′ Missiroli), Schiattarella, Valoti (71′ Fares), Costa, Petagna, Paloschi (84′ Antenucci).

A disposizione: Thiam, Milinkovic-Savic, Simic, Floccari, Moncini, Bonifazi, Valdifiori, Vicari, Dickmann.

Allenatore: Semplici

Arbitro: La Penna di Roma 1

Ammoniti: Ekdal, Murru, Praet (Sa); Felipe, Everton Luiz, Petagna (Sp)

Spettatori: 839 paganti, incasso 20.270, 17.046 abbonati, 170.830,93 euro la quota gara.