Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampierdarena discarica a cielo aperto. Tra inciviltà, topi ed emergenza rifiuti fotogallery

In una quartiere piegato dall'emergenza traffico, le vie si riempiono di rifiuti

Genova. Si potrebbe ricorrere ai famosi studi sociologici delle “finestre rotte”, si potrebbe tirar fuori adagi popolari del genere “piove sempre sul bagnato”, ma la sostanza non cambierebbe, oltre all’emergenza viabilità, per Sampierdarena è emergenza rifiuti.

Ma non solo: le responsabilità sono soprattutto di alcuni singoli “cittadini” che nella situazione di caos che coinvolge tutto il ponente, e che ha colpito anche tutta la macchina della raccolta rifiuti, non hanno fatto un “plissé” e hanno invaso le strade del quartiere di rifiuti ingombranti.

Ed è così che da problema nasce problema, da degrado nasce degrado: in questi giorni molte vie di Sampierdarena sono letteralmente invase quintali di rifiuti ingombranti come in una vera e propria discarica a cielo aperto.

Le vie più colpite, sono l’omonima via Sampierdarena, via Molteni, via Dottesio, via Buranello ma anche la centralissima via Cantore: mobili, materassi, elettrodomestici, legni, sacchi, bombole, scarti di cantiere. Tutto il repertorio della rumenta al completo. Spesso il quadro “meraviglioso” si completa con incursioni h24 di ratti.

Sicuramente oggi è difficile per il ponente poter accedere a Isole Ecologiche, visto che quella della ValPolcevera è finita sotto il Morandi, ma l’inciviltà e la “furbetteria” non sono scusabili. Una situazione che si aggiunge all’inferno del traffico, e che rischia di far collassare su se stessa mezza città.

(Documentazione fotografica raccolta da gruppo Comitato Lungomare Canepa)