Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa tenace e deciso: Piatek espugna Frosinone con una doppietta risultati

Rossoblù vittoriosi grazie a una doppietta del polacco: ora il Grifone risale la classifica e vede piani davvero alti

Genova. Tre punti a Frosinone che valgono oro in classifica per il Genoa di Ballardini: i rossoblù sono stati cinici e precisi come non accadeva da tempo. Bene, benissimo Piatek: il capocannoniere della Serie A continua a far sognare i tifosi genoani e tiene un ritmo da vero campione.

Ballardini conferma 10/11 del team mandato in campo contro il Chievo e schiera Radu, Biraschi, Spolli, Criscito, Romulo, Sandro, Hiljemark, Lazovic, Pandev, Kouame, Piatek. Longo risponde con Sportiello, Goldaniga, Salamon, Capuano, Zampano, Chibsah, Hallfredsson, Molinaro, Ciano, Campbell, Perica.

Gara che parte con decisione, Radu impegnato al 6′ da un tiro di Zampano sulla prosecuzione di un corner. Poco dopo Pandev ci prova da fuori, infine Romulo che tira alto sopra la traversa al 25′.

Pochi minuti e Genoa in rete: Kouame fa sponda su Piatek che dal limite calcia di destro e trafigge Sportiello. 0-1.
Tre minuti e ancora Kouame factotum: ruba palla a Salamon, serve Piatek e il polacco non ha difficoltà a siglare la doppietta. 0-2.

Tutto finito? Non ancora! Su un lancio di Salomon Spolli interviene duro su Perica, che va giù. Rigore. Ciano spiazza Radu e riapre la gara. 1-2.

La prima frazione si chiude con la conferma della forma e della classe di Piatek: Genoa nettamente avanti, Frosinone ingenuo e in corsa ancora solo grazie al rigore di Ciano.

La ripresa vede il Frosinone farsi avanti e ancora Ciano tenta di piazzare da fuori il pareggio, mentre i rossoblù contengono e lavorano sul ritmo basso.

Al 52′ Zampano crossa dal fondo e Campbell sfiora il pareggio, ma manca la freddezza sotto porta. Il Genoa prova a farsi avanti con Kuame, ma la difesa laziale fa buona guardia.

Venti minuti sonnolenti, poi Kouamé salta Salamon e Capuano, calcia di destro e centra il palo: sulla carambola il pallone colpisce l’altro palo, poi prosegue verso il terreno di gioco. Nulla da fare.
Subito dopo il Frosinone pericoloso: Molinaro crossa, Chibsah colpisce di testa e solo Sandro si oppone al pareggio spazzando la pinea di porta.

Al 77′ ancora Frosinone: errore di Radu su un corner dando spazio a Salamon, che non riesce a essere abbastanza preciso e calcia sul fondo.

Da lì la gara continua su ritmi blandi, nonostante l’avvicinarsi del triplice fischio: a tre minuti da termine fiammata rossoblù, con Jiljemark che calcia di sinistro ma trova Sportiello. In pieno recupero Ciano piazza un pallone delizioso al centro dell’area e Salamon sfiora palo e pareggio di testa, ma il risultato non si sblocca.

Si concretizza così la prima vittoria esterna del Genoa in questo campionato e i rossoblù salgono a 12 punti in classifica, appaiando la Lazio. Prossimo turno contro il Parma.