Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa caparbio ma sconfitto: la Primavera KO contro il Torino

Genoa primavera sconfitto solo nel finale di gara, dopo una rimonta inattesa e spettacolare: comunque meritati dai Granata i tre punti

Genova. Grifoncini caparbi e coraggiosi, ma contro il Torino non è bastato: la sfida del campionato Primavera 1 è andata ai granata, capaci di conquistare quasi nel recupero i tre punti.

Gara subito in salita per i rossoblù, con Kone Ben: il Genoa perde palla sulla fascia e l’ivoriano ne approfitta, calciando poi di sinistro e insaccado. 1-0.

Il Genoa non si lascia ingabbiare: due minuti dopo è Bianchi, su cross di Karic, a mandare di poco a lato. Da lì è il tracollo e si assiste a una mezz’ora di dominio granata.

Il Torino schiaccia i rossoblù e si rende pericoloso prima con Djoulou, quindi con Millico, che si procura un rigore: al 21′ è già 2-0, con la trasformazione dello stesso Millico.

Ancora Kone e Djoulou sfiorano la rete, poi anche Millico – solo davanti alla porta – e Murati. Al 38′, però, Micovschi inventa un assolo, si porta al tiro e, lambendo la traversa, riesce a insaccare il 2-1 che riapre il match, proprio sul finire della prima frazione.

Kone va vicino al gol al 39′ ma Russo compie una vera prodezza tra i pali, ma passano quattro minuti e Rovella centra il palo con un tiro da fuori, sul quale si inserisce Ventola che rimette la gara in parità. Una trasformazione incredibile del match, che torna in equilibrio proprio nel momento in cui tutto sembrava finito.

La seconda frazione parte su ritmi più tranquilli: il Torino, fin qui dominatore, si fida meno di prima e servono oltre quindici minuti perché Kone ottenga un’occasione degna di questo nome, che spreca per la troppa irruenza. Tre minuti dopo ancora Russo a salvare il match su un tiro di Rauti, una reazione più di riflessi che di ragionamento.

Il Genoa lascia spazio, tenta qualche contropiede, ma rimane timido: De Angelis sfiora un altro gol per i granata, poi Rauti si lancia sulla fascia destra, supera in dribling la difesa e calcia deciso oltre Russo, che questa volta non può nulla. A un solo minuto dalla conclusione il Torino passa sul 3-2 decisivo.

La vittoria granata è meritata dal netto dominio, ma il Genoa ha dimostrato di saper resistere anche di fronte a squadrfe solide: buona la reazione dei grifoncini di Sabatini a un match da subito in salita.