Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dal mese di ottobre l’Ardita Savate Boxing Club riparte da via Carrara

La polisportiva del presidente Piero Picasso si sposta a Quarto

Genova. La famiglia dell’Ardita Savate Boxing Club, a 6 anni dalla sua costituzione a seguito della comune passione dei tre soci fondatori per la savate, si allarga ancora.

La polisportiva del presidente Piero Picasso, dopo i due anni trascorsi presso la palestra Durazzo di Quinto, acquisisce, dall’autunno 2018, la gestione dei più ampi spazi (400 metri quadri) di via Carrara 160 a Quarto. La nuova struttura è dotata di un ring fisso e di tutte le più avanzate attrezzature per le discipline da ring, le arti marziali e le attività di benessere fisico. Due anni fa, con l’ingresso del quarto socio Marco Nocentini al fianco degli “storici” Picasso, Giancarlo Cilia e Mauro Pagano, l’ampliamento al pugilato. Dalla stagione 2018/2019, la nuova palestra accoglierà anche taekwondo, pilates, total body, atletismo e cross training.  Ad oggi, è ancora possibile prenotare spazi chiamando il numero 3358002837.

Dal 17 ottobre 2012, giorno di fondazione della polisportiva dedita all’organizzazione di corsi di Savate e Savate Defense, Ardita Savate Boxing Club,  consolidata ed apprezzata realtà sportiva del Medio Levante e Levante cittadino, ha attratto un gran numero di atleti e famiglie ed il merito va ricondotto anche ai prestigiosi successi sportivi ottenuti in poco più di un lustro. Picasso, Cilia e Pagano, ottenuti i diplomi tecnici, trovarono subito ospitalità in un locale dell’Ardita Juventus 1906 a Nervi, restaurandolo con grande cura e trasformandolo in una vera e propria “chicca” per gli appassionati del genere. A seguito di questo insediamento, chiamarono la società Ardita Savate, rendendola comunque completamente autonoma dal circolo nerviese.

Gli inizi furono resi meno difficili dalle vittorie ottenute dall’iniziale unico allievo di savate a disposizione del tecnico-socio Giancarlo Cilia: il giovane Nicola Picasso, figlio di Piero. Già nel 2012, Nicola ottenne il titolo di campione italiano Juniores assalto e raggiunse la convocazione ai Mondiali in Serbia, nei quali ottenne un totalmente insperato terzo posto, bissato l’ anno seguente con un prestigioso argento europeo. Mentre Nicola Picasso continuava a mietere ori e medaglie sia in Italia che in Francia, dove ottenne il titolo di campione regionale della Haute Garonne e una semifinale prestigiosa ai campionati francesi oltre che fregiarsi del ruolo di capitano della Nazionale Italiana Juniores, gli si affiancarono altri atleti come, in particolare, Vittoria Riu, brillante argento europeo nel 2014 e pluricampionessa italiana.

Per la defense (autodifesa) venne istituito un corso ad hoc affidato a Mauro Pagano, ad oggi condotto ancora con grande entusiasmo e perizia. Nel frattempo vennero creati con alterne fortune i settori muay thai, kickboxing e pugilato, attività che funsero da ulteriore veicolo promozionale per la sempre più emergente Ardita. La palestra nerviese divenne Centro Nazionale Juniores disavate e il presidente Piero Picasso, oggi Stella di Bronzo al Merito Sportivo e coresponsabile nazionale Coni Savate (Cilia DT Nazionale Juniores), ricoprì il ruolo di capo delegazione nazionale e consigliere federale. Gli anni 2016 e 2017 furono contrassegnati dai numerosi successi nella savate della nouvelle vague grigiorossa con i vari Ciro Grillo, Samuele Esposito, Gloria Musso e molti altri ancora.

Una nuova svolta, con l’ingresso del maestro Marco Nocentini, arrivò nel pugilato. “Nox” (così ama esser chiamato), da sempre sinonimo di competenza e successi non disgiunti da  una riconosciuta fama da “sergente di ferro” pur se molto amato dai suoi atleti, portò subito una ventata di entusiasmo nel settore boxe conquistando due posti alle finali nazionali di Avellino 2018 con i talentuosi Mirco Cilia (figlio di Giancarlo) e Francesco Zambarino.