Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Andare a scuola “senza il Morandi”. Linee speciali per gli studenti, variazioni per i ragazzi di Alta Valpolcevera e Valle Stura

Tutte le modifiche per i bus attivati per i ragazzi delle superiori a una settimana dall'avvio della sperimentazione del piano d'emergenza

Genova. Partiranno da lunedì 24 settembre alcune modifiche al piano di emergenza per la scuola varato da Regione Liguria e dal Comune di Genova a seguito del crollo di ponte Morandi. Lo comunica l’assessore alla Formazione di Regione Liguria Ilaria Cavo, dopo il monitoraggio del servizio navette per gli studenti delle scuole superiori.

Le linee interessate dalle modifiche riguardano l’Alta Valpolcevera (partenza da Sant’Olcese e Serra Riccò) e la Valle Stura (partenza da Rossiglione). Per tutte le altre corse delle navette delle scuole superiori, così come per tutte le altre misure attuate dal piano (ovvero il servizio personalizzato per gli studenti evacuati e le 12 corse scuolabus attivate per gli studenti più piccoli, fino alla terza media) non ci sarà alcuna variazione.

Le parziali rimodulazioni del servizio sono state concordate a seguito di un’analisi dei flussi e dei tempi di percorrenza elaborata da Atp e di un confronto con i sindaci dei Comuni interessati.

Queste nel dettaglio le modifiche:

ALTA VAL POLCEVERA
LINEA SANT’OLCESE (denominata S4)

Rimane invariato l’orario delle prima corsa del mattino, confermata alle ore 6:15 con destinazione Bolzaneto per permettere (con transito in sponda destra del Polcevera) la coincidenza con il treno in partenza da Bolzaneto e diretto a stazione Principe delle 7.08 e delle 7.23. La seconda navetta partirà invece alle ore 6:35 (anziché alle 6.45, come originariamente previsto) e cambierà tragitto: fermerà a San Biagio per la coincidenza con il treno 21087 in partenza alle ore 7:19; da qui proseguirà fino a Pontedecimo per la coincidenza con il treno 24609 delle ore 7:30 diretto a Genova Principe. La terza navetta partirà alle ore 6.50 e sarà diretta a Bolzaneto per consentire la coincidenza con il treno delle 7:35 per stazione Principe. Da qui gli studenti potranno usufruire, eventualmente, anche del collegamento garantito da un’altra navetta gratuita, denominata S5, attiva ogni 10 minuti da Bolzaneto a Brin. Le navette del ritorno saranno invariate negli orari e nei tragitti e partiranno tutte da Bolzaneto.

LINEA SERRA RICCO’ (denominata s3)

Rimane invariata la prima corsa, in partenza alle ore 6:25 da Serra Riccò (Pedemonte) e diretta a Bolzaneto per la coincidenza con i treni diretti a stazione Principe delle ore 7:08 e delle ore 7:23. Anticipa di cinque minuti, con partenza alle 6:45 (anziché alle 6:50) la seconda corsa. In questo caso (come avviene anche per la navetta in partenza da Sant’Olcese) cambia anche il tragitto: fermerà a San Biagio per consentire la coincidenza con il treno delle ore 7:19 e proseguirà per Pontedecimo per consentire la coincidenza con il treno delle ore 7:30. La terza navetta è integrata nella corsa della linea Atp e sarà gratuita per gli studenti. Partirà alle ore 7:00 e avrà come destinazione la stazione di Bolzaneto e consentirà di prendere la coincidenza con il treno delle ore 7:35. Da qui gli studenti potranno usufruire eventualmente anche del collegamento garantito da un’altra navetta gratuita, denominata S5, attiva ogni 10 minuti da Bolzaneto a Brin. Le navette del ritorno saranno invariate negli orari e nei tragitti e partiranno tutte da Bolzaneto.

LINEA VALLE STURA (denominata S6)

La prima corsa in andata, in partenza da Rossiglione alle 5.45 viene annullata per scarso utilizzo dell’utenza e sostituita con la navetta, sempre a uso scolastico, alle ore 6.15 Le altre corse (ovvero la corsa Atp delle 6.10 gratuita per gli studenti e la navetta scolastica delle 6.30) rimangono invariate, così come rimangono invariate le corse del ritorno.

“Queste modifiche sono state decise a seguito dei dati su flussi e tempi di percorrenza elaborati dopo la prima settimana di attivazione del piano scolastico di emergenza e sono state condivise con i sindaci dei comuni interessati – spiega Ilaria Cavo, assessore all’Istruzione di Regione Liguria – La situazione verrà monitorata costantemente per poter intervenire e compiere ulteriori modifiche, qualora si rendessero necessarie”.