Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Svastica di farina in piazza Banchi, denunciato il barista con simpatie nazi

Per imbrattamento aggravato dalla violazione della legge Mancino. Denunciato anche un antifascista per nuove scritte davanti alle sedi di Lealtà azione e Casapound.

Più informazioni su

Genova. M.S., barista genovese di 55 anni, noto per le sue simpatie naziste, è stato denunciato dalla Digos per imbrattamento aggravato dalla violazione della legge Mancino.

L’uomo è stato riconosciuto come l’autore della gigantesca svastica di farina disegnata il pomeriggio del 31 luglio in piazza Banchi a pochi metri dal suo bar. La scritta era stata quasi immediatamente cancellata da alcuni passanti. Il 55enne non è nuovo a questo tipo di ‘passatempi’: lo scorso anno aveva disegnato un’altra svastica con le stesse modalità proprio davanti al suo locale, mentre nel 2016 aveva tracciato una svastica di cioccolato nel cappuccino di uno studente.

Sempre la digos ha anche ha denunciato per danneggiamento un antifascista genovese di 53 anni che, probabilmente in risposta alla svastica, la notte del 31 luglio ha imbrattato con scritte antifasciste le porte delle sedi di Lealtà Azione in viale Cembrano a Sturla e di Casapound in via Montevideo.