Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Genoa torna a casa e trova Lisandro Lopez

Rossoblù a Genova per la preparazione in vista del campionato. Lapadula piace all'Udinese, Brlek al Lugano. Su Laxalt c'è lo Zenit.

Il Genoa è tornato in Liguria. Finiti i ritiri che hanno condotto i rossoblù in Austria, Germania, Trentino Alto – Adige e Piemonte ed ora si riparte da Multedo dove i giocatori agli ordini di Davide Ballardini stanno preparando l’esordio in campionato di domenica 19 agosto contro il Milan.

Un impegno che metterà subito alla prova il Grifone che sta lavorando sul mercato dal primo giorno ed è al centro delle cronache per la grande attività dei suoi uomini addetti a rinforzare la rosa. Nelle scorse ore Lisandro Lopez ha effettuato le visite e firmato il contratto che prevede un prestito dell’argentino dal Benfica, con obbligo di riscatto per il Genoa a 3 milioni di euro, una volta raggiunte le 15 presenze stagionali.

Operazione importante anche per quanto riguarda Andrea Favilli che arriverà a Genova per 12 milioni di euro che saranno pagati in due rate. Anche per l’attaccante è previsto l’obbligo di riscatto, ma la Juventus avrà la possibilità di ricomprarlo per 16 milioni dopo un anno, o per 24 fra due. Manca solo la firma per Favilli che è stato finora impegnato nella tournée americana con i bianconeri.

Tanti i giocatori al momento nella rosa del Genoa, che però lamenta un problema a metà campo. Ormai da tempo prosegue la telenovela Bertolacci che Ballardini vorrebbe ardentemente, ma che il Milan non è sicuro di voler cedere. Il centrocampista romano non ha potuto esprimersi al meglio nella stagione estiva rossonera per un infortunio, ma Gattuso non è sicuro di volersi privare del mediano 27enne. Sono ore di attesa anche perché il Genoa non sembra disposto a cambiare ancora offerta.

Le operazioni di mercato, si dirigono anche in uscita dato che Ballardini ha un esubero di giocatori ormai. Il nome caldo, anche per un discorso di cassa, è quello di Diego Laxalt che è stato seguito dal Benfica, dalla Lazio, ma anche dal Napoli, ma nessuna di queste squadre ha fatto l’affondo decisivo. Ora il nome caldo sull’uruguaiano è quello dello Zenit di San Pietroburgo che ha giocato in amichevole con il Genoa, e che potrebbe garantire a Preziosi i 20 milioni richiesti per il cartellino dell’esterno.

Sembra sempre più lontano anche Gianluca Lapadula. Nonostante la volontà chiara dell’attaccante sia quella di restare a Genova, è la società che pare non puntare più su di lui e starebbe valutando un interessamento dell’Udinese che è stata fin qui poco mobile sul mercato, e con Lapadula farebbe un colpo interessante. Al momento si tratta solo di colloqui fra società, ma l’italoperuviano in rossoblù pare ormai chiuso da Pandev, e dai nuovi arrivati Piatek (precampionato clamoroso per lui) e Favilli, mentre per Galabinov potrebbe esserci un ritorno in Serie B: su di lui Salernitana, Foggia e Verona.

In partenza ormai Brlek che è destinato al Lugano, mentre El Yamiq finirà in Turchia al Rizespor. Intanto Asencio è passato in prestito al Benevento con cui ha firmato nelle scorse ore.