Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Operazione Mare Sicuro 2018, il piano della Guardia Costiera per vigilare su diportisti e bagnanti

Nel 2017 effettuati 198 soccorsi in mare, contro i 156 dell'anno precedente

Genova. Al via dal 16 giugno l’Operazione Mare Sicuro 2018 della Guardia costiera per vigilare su diportisti e bagnanti in estate. La campagna è stata presentata dall’ammiraglio Nicola Carlone, comandante della Capitaneria di Porto di Genova, che ha reso pubblici i numeri delle verifiche svolte in Liguria e nel lago Maggiore nelle ultime tre stagioni balneari.

Resoconti da cui salta agli occhi che nel 2017 nonostante il numero del personale sia lievemente diminuito (oggi in Liguria operano circa 250 militari) sono aumentati i soccorsi in mare 198, rispetto ai 152 del 2016 e 156 del 2015; i controlli alle imbarcazioni: 6660, rispetto a 4466 nel 2016 e 3193 nel 2015; le verifiche negli stabilimenti balneari (7583 contro 6578 del 2016 e 5468 del 2015) con conseguente aumento degli illeciti riscontrati negli stabilimenti, che nel 2017 sono stati 84, mentre nel 2016 erano stati 71 e nel 2015 73.

In aumento i controlli anti inquinamento e quelli sulla pesca svolti dal personale a terra (4887 nel 2017, 3959 e 2105 nel 2016 e nel 2015). Diminuite le persone morte per annegamento: 11, rispetto a 14 e 15 degli anni precedenti. I deceduti per altre cause, perlopiù anziani stroncati da malori, sono stati 17; nel 2016 erano stati 14 e nel 2015 13. Nel 2017 la Capitaneria di Porto in Liguria ha soccorso 376 persone, nel 2016 erano state 374. Nella stagione balneare passata i militari hanno rilasciato 5 mila bollini blu alle imbarcazioni controllate.

L’ammiraglio Carlone ha sottolineato che quest’anno il numero d’emergenza per il mare, il 1530, per la prima volta fa parte della centrale operativa del 112 Nue, il numero unico d’emergenza. Testimonial d’eccezione in capitaneria il nuotatore nutrizionista recordman di traversate Giovanni Brancato.