Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Amt, verifica intensiva in piazza Tommaseo. Beltrami: “Costruiamo mappa dell’evasione”

Su 1.143 passeggeri controllati beccati 68 "portoghesi"

Più informazioni su

Genova. Mattinata di controlli intensivi da parte dei Verificatori Titoli di Viaggio AMT. La settimanale verifica intensiva, con il gruppo allargato di VTV, si è svolta questa mattina in piazza Tommaseo.

Alle fermate di transito delle linee bus 15, 36, 43 e 44 dalle ore 7.00 alle ore 12.00, oltre 15 Verificatori Titoli di Viaggio di AMT hanno controllato 1.143 passeggeri riscontrando 68 situazioni di mancanza del titolo di viaggio, pari a un tasso di evasione del 5,9%. 25 dei 68 sanzionati hanno regolarizzato immediatamente la loro posizione pagando l’oblazione di euro 41,50.

Il tasso di evasione riscontrato oggi è il più basso di quello delle verifiche intensive svolte nelle settimane scorse, fatta eccezione per la metro che ha fatto registrare finora la percentuale più bassa, pari al 2,9%, nell’intensiva svolta a De Ferrari il 9 maggio scorso.

Marco Beltrami, Amministratore unico di AMT, intervenuto in mattinata per seguire le fasi iniziali di controllo, ha così commentato le azioni di contrasto all’evasione che l’azienda sta portando avanti: “La mappatura delle diverse zone della città realizzata con le verifiche intensive permette di misurare sempre meglio il fenomeno e individuare le zone su cui intervenire con più incisività. Si sta disegnando una rete precisa grazie all’efficacia di queste azioni, che ci permette di affinare sempre più la programmazione delle attività di controllo”.

Le attività di verifica, ordinaria e intensiva, proseguono secondo il piano di AMT realizzato in stretto accordo con l’assessorato alla Mobilità. Le verifiche intensive sono programmate con il supporto della Polizia Municipale: la presenza degli agenti insieme ai verificatori ha, come valore aggiunto, l’efficace identificazione dei trasgressori per contrastare le false dichiarazioni di identità.